Serie C, Reggina-Fidelis Andria le parole di Maurizi: “nessun isterismo, noi siamo quello che vogliamo essere”

Maurizi considera gli avversari non in grado di proporre gioco, la nota positiva sono invece i rientri di Bianchimano e Tulissi: le parole in conferenza stampa prima di Reggina-Fidelis Andria

Maurizi Reggina-Fidelis AndriaSi attendava da tempo il rientro ufficiale in rosa di tre pedine importanti per il futuro della compagine amaranto è la buona notizia è sta confermata nella conferenza stampa che precede il match di domani tra Reggina-Fidelis Andria

“Per quanto riguarda le condizioni fisiche finalemente possiamo contare su tre calciatori: Sciamanna, Tulissi e Bianchimano, l’unico ancora assente è Di livio (squalificato). Ci siamo messi daccordo con lo staff medico per averli completamente a disposizione per questa partita, non volevamo accellerare i tempi e forzare il rientro. La condizione fisica è buona, manca il ritmo gara, dobbiamo gestirli e vedremo chi giocherà”.  Poi il tecnico si sofferma un attimo anche per rispondere alle domande dei presenti sull’attuale momento amaranto:”Dopo un percorso iniziato il 12 luglio abbbiamo incontrato insidie sia sotto il profilo psicologico e tattico, siamo riusciti a superalri a volte meno….abbiamo un identità chiara e vorrei che questa indentità domani entri in campo, essere liberi metalmente è importante l’unico pensiero che dobbiamo avere è scendere in campo come noi sappiamo farlo.

“Identità” che il giornalista M. Favano mette in risalto per capire e domandare al tecnico amaranto se nelle ultime partite siano state perse e giocate male per demerito degli amaranto o per merito degli avversari?

“Come sempre ci sono i meriti degli avversari, non giochiamo soli, ci sono stati avversari che ci hanno messo in difficoltà e non ci hanno fatto esprimere al meglio ma come sempre, dipende  da noi. – continua Maurizi ” e indipendentemente dagli avversari che ci sono davanti”.Riguardo agli avversari di domani Maurizi non si sbilancia o forse si, considerando la compagine pugliese non in grado di proporre gioco: “la Fidelis Andria non è una squadra che propone gioco, è una squadra che si chiude molto, è molto grintosa e sino adesso abbiamo incontrato solo due squadre in grado di dominare il gioco (Matera e Trapani); sarei molto felice se vengono a giocare una partita di calcio. Domani sarà una partita importante e non bisogna farsi prendere da nessuno isterismo, l’Andria ha una difesa solida, è una squadra di categoria qualche giovane interessante come Milicucci esterno bravo e Quinto, ma noi abbiamo una buonissima squadra”.