Serie C, le parole di Maurizi prima di Trapani-Reggina:”più rabbiosi ed aggressivi, dimentichiamo le brutte prestazioni”

trapani-reggina

Terminata la conferenza la squadra stampa di Agenore Maurizi prima di Trapani-Reggina, più rabbia e cattiveria agonistica importante dimenticare  le brutte prestazioni

trapani-regginaLa conferenza di mister Maurizi prima della partenza per Trapani, si apre con la comunicazione degli assenti che non prenderanno parte alla trasferta siciliana infatti Bianchimnao, Di Livio,  Garufi, Sciamanna e Tulissi sono ancora out anche se quest’ultimi due andranno a Trapani con i compagni, ma come ribadito in conferenza, non giocheranno. Dopo la sconfitta con il Cosenza c’è d’affrontare “un altra dura partita, basta vedere la rosa del Trapani e renderci conto, ma vogliamo affrontarla con la giusta determinazione e quella rabbia agonistica che serve ad affrontare questo tipo di partite” Si fa subito riferimento all’ultima sconfitta e come questa sia maturata:”temevo la partita con il Cosenza perchè conosco la qualità degli avversari, capisco il loro momento….hanno tolto giocatori tecnici (Caccavallo, Mungo, Statella) inserendo su gente di forza e se devo dire ciò che è realmente mancato a noi è stata l’aggressività.

LaPresse/Francesco Saya

LaPresse/Francesco Saya

Dopo la sconfitta nel derby il mister da risalto al poco tempo a disposizione per le sedute di allenamento e l’importanza di preparare la partita: è difficile giocare ogni due/tre giorni analizzare come abbiamo perso, perchè abbiamo perso e fare valutazioni interne….io non vorrei perdere mai ma come spesso capita bisogna rialzarsi,  quello che importa adesso è la partita con il Trapani e se ancora non riusciamo a lasciarci indietro la partita del Cosenza, o di Francavilla o di Fondi vuol dire che non siamo ancora sulla strada giusta dal punto di vista mentale per andare avanti rigurado a quelli che sono i miei principi.

Riguardo all’avversario mister Maurizi non si sbilancia, dalle parole trapela solo consapevolezza di affrontare una squadra forte con un organico completo ma con la testa sempre e solo  a quello che sarà l’operato della compagine amaranto:“Dobbiamo essere consapevoli di ciò che siamo, abbiamo valori importanti….lo  vedremo negli anni con il futuro di determinati  giocatori, oggi dobbiamo essere sereni, giochiamo contro una squadra forte ma noi siamo la Reggina ed andiamo a ad affrontarli con lo spirito che ci ha contraddistinto sino adesso, dobbiamo essere solo più rabbiosi ed aggressivi”.