Serie C| Giuseppe Genchi è la “sorpresa” più bella, Saraniti e Caturano le conferme: i marcatori del Girone C

Iniziano ad oliarsi gli ingranaggi ed anche gli obiettivi delle squadre; dopo l’Ottava giornata di campionato del Girone C di Serie C tra i marcatori tante conferme ed una bella sorpresa

marcatori serie c girone cVentiquattro le reti messe a referto nelle nove gare dell’ottavo turno su un totale di 161 reti sin qui siglate. Numeri che saliranno con il passare delle giornate e che daranno rilevanza ,da qui sino al termine del campionato, non solo gli obiettivi reali della competizione ma i marcatori che grazie alle loro realizzazioni saranno gli artecifi (nel bene e nel male) dei rispettivi club. Giunti a metà ottobre, la percorrenza aumenta e  non resta che ultimare il periodo di rodaggio per lasciar sciogliere il motore. In certe squadre saranno necessarie varie migliaia di chilometri prima che il motore sia effettivamente in grado di dare il meglio di sé; ce lo auguriamo con la Reggina ed i suoi attaccanti, visti poco sin qui  tra infortuni e prestazioni incolore, non hanno ancora dato il successore a chi con i suoi gol, lo scorso anno, ha contribuito alla salvezza degli amaranto: Claudio Coralli. Occorrerà attendere almeno fine novembre per capire quale saranno le squadre ed i loro rispettivi obiettivi, o perlomeno chi questa fase  rodaggio la complerà con tempi lunghi, non così per il Lecce, la compagine di mister Liverani dopo un inizio non brillante, si conferma insieme al Catania, Trapani, Matera compagine di primissima  fascia alla quale si affiancheranno outsider temibili e ben organizzate (su tutte Virtus Francavilla). Anche se  le reti di Paponi (Juve Stabia), Lele Catania cl’81 (Siracusa) e Mendicino (Cosenza) non tarderanno ad arrivare,  un occhio di riguardo ai marcatori che dopo aver ben superato il periodo di rodaggio hanno iniziato a spingere il piede sull’accellaratore  delineando i primi equilibri che caraterizeranno da qui in avanti il girone C di Serie C.

Saraniti Virtus FrancavillaLa Virtus Francavilla, nell’ultimo incontro si sbarazza per 2-1 della Sicula Leonzio grazie alle reti di Ayina, abile a concretizzare un contropiede dei brindisini ed il gol di Saraniti che realizza la sua quinta rete personale, due in meno rispetto al totale realizzato nella scorsa stagione in Calabria. Si conoscevano  stazza e gol da prima punta, meno l’attidune al lavoro di squadra emerso ultimamente. Quest’anno la classe e l’esperienza è a disposizione del club pugliese anche se lo stiramento al flessore della coscia destra lo terrà furoi per i prossimi 16 giorni. Speriamo la pausa non faccia male ad Andrea Saraniti  1,87 d’altezza e 30 anni il prossimo luglio  protagonista a Vibo Valentia nelle passate due stagioni,  prima nell’anno della promozione dalla Serie D alla Lega Pro  e l’utlima segnata oltre che dal solito infortunio anche dall’amara ed  ingiusta retrocessione rossoblù. Solo 15 reti ma tanto lavoro sporco! Tanti anni tra i campi di Eccellenza, Serie D e Lega Pro due stagioni al Sorrento in C1, poi Sangiustese in C2, breve esperienza a Messina in D e grande stagione a Ragusa in Eccellenza (25 gare e 24 gol) nella stagione 2011/12 poi con l’Akragas sempre in Serie D (20 reti in 33 match) e prima degli ottim anni Calabria, tra le fila della Viterbese in Serie D (11 in 25 partite) Il suo sogno?:  “fare 7/8 anni tra i professionisti sulle orme del suo modello, Giorgio Corona” come riportato in una recente intervista.

Caturano LecceIl Lecce si gode le reti di Caturano e Di Piazza (cinque reti a testa su 16 totali realizzate dalla squadra giallorossa) quest’ultimo 16 presenze e 6 gol a Foggia lo scorso anno  è devastante quando si butta negli spazi e tra linee, Caturano ha forza, posizione e gran fiuto del gol. Entrambi si completano, un gran potenziale fra le mani di Liverani, bravo  a farli esplodere ed ancor meglio a creare la sinergia ottimale nel reparto offensivo.  Salvatore Caturano cl.1990 49 presenze e 20 gol nelle ultime due stagioni in salento  vanta l’esordio in serie A nel 2007 a 16 anni e 10 mesi ed un grande curriculum per la categoria anche se le stagioni 2012-2013 (Paganese in C1 21 presenze e 6 reti) 2014-2015 (Melfi C 36 presenze e 18 reti)  e quella dello scorso anno restano le stagioni più prolifiche. Sembra aver trovato la sua dimensione e la maturità professionale Giuseppe Genchi a Monopoli, con la società biancoverde brava a mettere le basi ad un progetto definito e con le idee molto chiare, oltre i risultati anche le 5 reti del attaccante classe ’85. Non è un giovanotto ma il centravanti barese, mancino puro, è il terminale offensivo della compagine pugliese dallo scorso campionato e nelle prime giornate sembra aver preso la confidenza giusta con compagni, allenatore e reti avversarie: 5 reti all’attivo, una in meno rispetto allo score totale dello scorso anno.

giuseppe genchi Cresciuto a Bari vecchia  inizia a farsi notare nella squadra del rione San PaoloDomenica dopodichè la militanza in dodici campionati di CND plasma il carattere ed il giocatore emerso in questo inizio di stagione: spirito di sacrificio, cattiveria agonistica e fiuto del gol. Centravanti dal fisico robusto (1,87) abile nel gioco aereo, tatticamente intelligente è dotato di un tiro più preciso che potente. Giuseppe Genchi è la “sorpresa” più bella del Girone C in un calcio che valorizza, esalta e celebra sempre più giovani e giovanissimi,  a discapito di over e meno giovani, spesso in difficoltà con società costrette a venderli per adempiere a regolamenti sin troppo stringenti. Speriamo che il sempreverde classe’85  continui a sorprenderci e sorpendere come quando nei due anni a Taranto in D (2014-2015 e 2015-2016) con i suoi 48 gol conquisto la tifoseria jonica. Adesso esperienza, maturità e consapevolezza sono a disposizione dei biancoverdi più che mai vogliosi di realizzare l’obiettivo desidarato da Giuseppe Genchi: “arrivare in doppia cifra”.

Classifica marcatori dopo l’8^ giornata di Serie C girone C

5 Gol: Saraniti (V. Francavilla), Caturano (Lecce), Di Piazza (Lecce), Genchi (Monopoli)

4 Gol: Alfageme (Casertana), Paponi (Juve Stabia)

3 Gol: Cunzi (Catanzaro), Murano (Trapani), Catania (Siracusa)

2 Gol: Longo (Akragas), Salvemini (Akragas), Partipilo (Bisceglie), Curiale (Catania), Lodi (Catania), Russotto (Catania), Letizia (Catanzaro), Mendicino (Cosenza), Barisic (Fidelis Andria), Scaringella (Fidelis Andria), Allievi (Juve Stabia), Mastalli (Juve Stabia), Torromino (Lecce), Giovinco (Matera), Casoli (Matera), Strambelli (Matera), Mercadante (Monopoli), Sarao (Monopoli), Cesaretti (Paganese), Talamo (Paganese), Porcino (Reggina), Sciamanna (Reggina), Arcidiacono (Sicula Leonzio), Mancino (Siracusa), Sandomenico (Siracusa), Scardina (Siracusa), Pagliarulo (Trapani), Reginaldo (Trapani), Vivacqua (Rende), Ayina (V. Francavilla)