Regione Calabria presenta a Skipass la sua offerta per il turismo invernale

turismo invernaleInserita nell’elenco delle mete imperdibili del 2017 da The New York Times e terra del trendy food per il 2018, Regione Calabria è presente a Skypass, il Salone del Turismo e degli Sport Invernali, in programma a ModenaFiere dal 27 al 29 ottobre, con il meglio della propria offerta outdoor per vivere la montagna e la neve. Il Dipartimento Turismo in capo al Presidente della Regione, che ha tenuto per sé questa delega, è infatti determinato a valorizzare i punti vincenti della regione che, grazie alla sua natura straordinaria, è in grado di offrire esperienze outdoor indimenticabili e accessibili a tutti.
La fiera modenese, il marketplace della neve più grande d’Italia, raggiunto annualmente da circa 86.000 visitatori, sarà occasione per raccontare un territorio magico, con molteplici opportunità per gli amanti degli sport invernali: in Calabria si può sciare a Camigliatello Silano, a Gambarie d’Aspromonte – dove le piste si affacciano sul mare – a Lorica e a Villaggio Palumbo, nel Parco del Pollino; o ancora a Carlomagno, nel cuore della Sila, dove è possibile praticare lo sleddog, un’affascinante disciplina che permette di divertirsi sulla neve a bordo di una slitta con conduttore trainata da una muta di cani. Sempre sulla Sila, a gennaio 2018 si terrà la competizione Sila Trevette, una traversata notturna nella neve cui si può prendere parte con varie specialità come Sci, Fat Bike, Trekking, Dog Trekking, Bike Joring, Dog Scooter: la gara è valida come selezione internazionale per la finale di ROVANIEMI 150 in Finlandia e come preselezione per IDITASPORT ALASKA 220MILE.
In Calabria, nel cuore del Mediterraneo, il clima è tale da consentire di vivere il piacere della montagna tutto l’anno: oltre allo sci è infatti possibile praticare, grazie all’inverno mite, una moltitudine di altre attività all’aria aperta, come il trekking o il cicloturismo. Lungo il NDUT- Norman Douglas Ultra Trail, è possibile ripercorrere i luoghi attraversati nei primi del ‘900 dal celebre autore del romanzo Vecchia Calabria, alla scoperta dell’entroterra dal Pollino alla punta estrema dello stivale, attraversando per 1.600 km tutti i parchi nazionali della Calabria. O ancora, a Orsomarso, è possibile praticare rock climbing e arrampicata sportiva, sfidando 20 vie di roccia su pareti da 130 metri.
Regione Calabria ha infine promosso “Turismo per Tutti”, un’iniziativa del Dipartimento Turismo, realizzato in collaborazione con il MiBACT, che punta a rendere attività come il tiro con l’arco, il trekking, l’orienteering e il rafting all’interno dei Parchi Nazionali della Sila, dell’Aspromonte, del Pollino e nel Parco Regionale delle Serre, accessibili anche a soggetti svantaggiati o portatori di disabilità, perché tutti possano godere della natura e del piacere dello sport.

In Calabria, dove l’ambiente è sano e i prodotti della terra sono in gran parte biologici e genuini, anche l’offerta turistica sta evolvendo in direzione slow, secondo un trend crescente a livello internazionale.

Il Presidente della Regione, Mario Oliverio ha commentato: “L’interesse turistico verso la montagna calabrese è in crescita. Stando ai dati riscontriamo un buon flusso da tutta Europa di appassionati dell’outdoor alla scoperta delle nostre montagne per praticare sport all’aperto e a contatto con la natura. La nostra presenza a Skipass – conclude Oliverio – si inquadra in un più ampio progetto di valorizzazione dell’offerta turistica legata al turismo montano e agli sport invernali, attraverso i quali vogliamo far conoscere sempre più le aree montane dell’entroterra calabrese”.