Regionali Sicilia, il PD schiera Matteo Sciotto: “la mia è una candidatura alternativa ai soliti nomi” [FOTO]

/

Presentata al Circolo PD di Messina la candidatura di Matteo Sciotto alle prossime Regionali in Sicilia: “puntiamo a conquistare la fiducia di chi è ormai stanco di vedere sempre le stesse facce e di ascoltare ancora promesse vane”

SCIOTTO PD MESSINA REGIONALI SICILIAÈ stata presentata questa mattina, nei locali del Circolo PD “Libertà” a Messina, la candidatura di Matteo Sciotto all’Assemblea Regionale Siciliana, in vista delle elezioni del 5 novembre prossimo. Sono intervenuti, oltre il candidato: Alessandro Russo, vice segretario del Pd di Messina, Francesco Palano Quero, Presidente della IV Circoscrizione e Guglielmo Sidoti, responsabile regionale dell’Organizzazione dei Giovani Democratici. “Nella lista del PD – ha detto Sciotto – porto un’esperienza diversa: quella dell’amministratore locale che ogni giorno affronta i problemi della gente, quella dell’impegno personale profuso senza ricompense materiali di nessun tipo; quella del gioco di squadra da condividere con chi ha gli stessi valori ed ideali. E con questa squadra puntiamo oggi a conquistare la fiducia di chi è ormai stanco di vedere sempre le stesse facce e di ascoltare ancora promesse vane“. “La mia candidatura – ha proseguito – è una candidatura alternativaai soliti nomi ed alle solite facce che da 10, 20 o 50 anni occupano certe poltrone; ai falsi rivoluzionari che invocano il cambiamento, ma quando hanno la possibilità di governare fanno poco o nulla; ai populisti incompetenti, che quando amministrano un Comune fanno rimpiangere quelli che c’erano prima; agli intellettuali da salotto ed ai professionisti della politica, perché chi vi parla viene dalla trincea del lavoro autonomo e dell’impresa, dove ogni giorno si impegna il proprio tempo e si rischiano i propri soldi per fare stare meglio anche gli altri”. “Qualcuno vorrebbe farci credere che è già tutto deciso che si conoscono i nomi dei vincitori: vi assicuro che non è così! La mia non è solo una candidatura ‘di’ servizio, come dice chi cerca di sminuirmi. La mia è una candidatura ‘al’ servizio non solo di un partito, ma della gente. E soprattutto voglio mettermi al servizio di un progetto politico che non si fermerà il 5 novembre. Perché credo – ha concluso Sciotto – che il processo di rinnovamento del PD e della politica messinese abbia bisogno di un lavoro e di un impegno che vada ben al di là di questa campagna elettorale”.