Reggio Calabria, sindacati: “occorre rendere operativi i fondi governativi”

La Cgil, Cisl e Uil ritengono che sia necessario rendere operativi i fondi governativi

bandiere-sindacati“Previdenza, welfare , giovani, lavoro sono i temi fondamentali sui quali come organizzazioni sindacali rivendichiamo un’azione forte e sinergica per tutelare il presente e il futuro del nostro territorio La legge di bilancio che il Governo Gentiloni si appresta a varare non deve mettere a rischio il fragile equilibrio del sistema lavorativo italiano, maggiormente aggravato nell’area metropolitana di Reggio Calabria”. Lo dichiarano Pititto, Logiacco, Perrone, Azzarà, segretari generali Cgil Cisl Uil della Città Metropolitana di Reggi Calabria. “E’ soprattutto il lavoro giovanile che sembra essere messo da parte, aggiungono i segretari, ossia il futuro del nostro territorio, come anche gli ammortizzatori sociali che finora hanno cercato di tamponare i numerosi fronti di crisi occupazionale. ci ritroveremo dunque sabato 14 ottobre di fronte la Prefettura di Reggio Calabria, per testimoniare, insieme ai lavoratori, il grave momento di disagio socio-economico che sta attraversando il territorio metropolitano”. “Non si può perdere tempo. Occorre che il Governo nazionale da un lato e gli Enti locali Regione e Città Metropolitana dall’ altro concludono i segretari di Cgil Cisl Uil rendano operative al più presto le somme stanziate per la Calabria e per la città metropolitana avviando così un percorso di fiducia nei settori chiave del nostro territorio”.