Reggio Calabria: Marziale ha istituito la Consulta per i minori stranieri non accompagnati

A comporre la Consulta il Garante ha individuato Maurizio Alfano, cui è assegnato il coordinamento, tra i massimi esperti sui fenomeni migratori, ricercatore e attivista in tema di diritti dei migranti, Enzo Infantino, da sempre impegnato con missioni all’estero volte alla tutela dei diritti dei minori profughi in territori di guerra, e Alessandra Bresciani, mediatrice culturale

marzialeIl Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, ha provveduto ad istituire presso il proprio Ufficio la Consulta per i minori stranieri non accompagnati. “Si tratta – spiega il Garante – di un organismo interno chiamato a coadiuvarmi nel difficile e delicato compito di gestione dei minorenni giunti sulle nostre coste e rimasti sul nostro territorio. Alla Consulta demanderò, tra le altre cose, la funzione di monitoraggio sulle condizioni di permanenza dei ragazzi nelle strutture di accoglienza”. A comporre la Consulta il Garante ha individuato Maurizio Alfano, cui è assegnato il coordinamento, tra i massimi esperti sui fenomeni migratori, ricercatore e attivista in tema di diritti dei migranti, Enzo Infantino, da sempre impegnato con missioni all’estero volte alla tutela dei diritti dei minori profughi in territori di guerra, e Alessandra Bresciani, mediatrice culturale. “La recente legislazione conferisce ai Garanti funzioni sempre più esecutive – conclude Marziale – pertanto, oltre all’individuazione e formazione di tutori di minori stranieri non accompagnati, il cui bando è stato decretato lo scorso luglio ed è permanente aperto, è necessario un coordinamento che mi aiuti ad affrontare il tutto nel migliore dei modi, perché in ballo ci sono giovani esistenze già profondamente segnate”.