Reggio Calabria: ecco quando partirà il servizio di car sharing [FOTO]

Reggio Calabria: presentato il servizio di car sharing. L’operazione è finalizzata all’attivazione di un servizio di trasporto mediante noleggio auto senza conducente sull’intero territorio metropolitano

car sharing (12)Nell’ambito del progetto integrato di sviluppo locale “Meglio Muoversi” POR Calabria, di cui la città metropolitana di Reggio Calabria è capofila e beneficiaria si inserisce il progetto “C’entro con Car Sharing”. L’operazione è finalizzata all’attivazione di un servizio di trasporto mediante noleggio auto senza conducente sull’intero territorio metropolitano. L’operazione è stata presentata questa mattina a Palazzo Alvaro a Reggio Calabria con una conferenza stampa. All’incontro hanno presenziato e sono intervenuti: Giuseppe Falcomatà, Riccardo Mauro, Federica Morabito, Domenica Catalfamo, Fabio Scionti e Domenico Logoteta. Questo progetto ha avuto avvio nel 2015 e finalmente adesso sarà attivato concretamente. Il car sharing insieme al Chiamobus possono essere considerate delle operazioni flessibili nell’ambito della mobilità e porta la città ad essere al pari passo finalmente con le altre città italiane già provviste di car sharing da diversi anni. Meglio tardi che mai, in fondo. Il servizio funzionerà con una registrazione e prenotazione tramite call center (800000036) o sito web anche da smartphone e tablet (www.cittametropolitana,rc.it) fornendo le informazioni che saranno richieste. L’utente dovrà indicare l’area di ritiro dell’autovettura, l’orario di inizio del noleggio, l’area di consegna e l’orario di fine noleggio. Il noleggio funzionerà 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Saranno disponibili 18 Clio a gasolio e 3 zoe elettriche. Per aprire la portiera sarà necessario avvicinare la smartcard all’auto dove è sistemato un lettore. Una volta salito sarà necessario digitare sul computer di bordo il codice identificativo e rispondere a delle semplici domande. Per terminare il noleggio e saldare il conto sarà necessario digitare sul computer di bordo il codice identificativo il quale visualizzerà il tempo di utilizzo, i chilometri percorsi ed il costo del servizio. Le tariffe, le agevolazioni ed i metodi di pagamento accettati sono riportati integralmente sulla pagina www.cittametropolitana.rc.it. Sostanzialmente però la tariffa di noleggio si compone di due voci: la tariffa oraria alla quale si dovrà aggiungere quella chilometrica. Il tempo minimo di noleggio è di un’ora. Gli stalli di ritiro e consegna sono previsti a Reggio Calabria: all’Aeroporto Tito Minniti, al Porto, alla Stazione Centrale FS, agli Ospedali Riuniti, al Ce.Di.r, alla Cittadella Universitaria. A Villa San Giovanni, a Gioia Tauro, a Locri e a Siderno interesserà le stazioni FS. Il progetto partirà in via sperimentale il 13 novembre nella città di Reggio Calabria e poi interesserà tutto il territorio metropolitano. La registrazione invece partirà da lunedì. “La mobilità è uno degli argomenti più importanti della nostra amministrazione. Ben venga quindi questo progetto necessario per rendere la nostra città sempre più moderna” ha dichiarato Scionti. “Dal momento del nostro insediamento abbiamo cercato di capire quali progetti potessero essere di sviluppo per la nostra città. È un servizio ed elemento in più e dà ai pendolari e turisti una ulteriore possibilità di scelta su come muoversi sul territorio. Reggio Calabria è tra le prime 35 città ad aver ottenuto i finanziamenti per installare lo sharing e ci consentirà di chiudere il centro storico trasformandolo in una zona 30, moderando così il traffico nel centro storico e diminuire le emissioni di CO2. I posti di consegna sono stati scelti appunto perché questi luoghi sono l’anello in cui si concentra l’attività commerciale, politica e sociale della città “, ha concluso il sindaco.