Reggio Calabria: convocata la Conferenza dei Servizi decisoria sulla “difesa costiera nel tratto di litorale tra Saline Joniche e Lazzaro”

Reggio Calabria, indizione e convocazione della Conferenza dei Servizi decisoria  su “Difesa costiera nel tratto di litorale da località Saline Joniche a località Lazzaro”

centrale carbone saline jonicheDisposta dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria la convocazione della Conferenza dei Servizi decisoria, da effettuarsi in forma simultanea ed in modalità sincrona, con la partecipazione delle Amministrazioni coinvolte,  per il giorno 06 Novembre 2017 alle ore 10:00 presso la sede degli Uffici della Città Metropolitana di Reggio Calabria – Settore 13 Difesa del suolo e Salvaguardia delle Coste –  per decidere sul progetto cofinanziato  e/o compartecipato: “Difesa Costiera sul tratto di litorale da Saline Joniche ( Comune di Montebello Jonico)  a località Lazzaro ( Comune di Motta San Giovanni)”. Per la salvaguardia delle coste in prossimità del promontorio di Capo dell’Armi sia in riva al mar Jonio che sulla riva calabrese dello Stretto di Messina, la Città Metroplitana di Reggio Calabria ha quindi proceduto alla ‘ Indizione e Convocazione della Conferenza di servizi decisoria ‘ da svolgere  in forma simultanea e in modalità sincrona. con la partecipazione contestuale, ove possibile anche in via telematica, dei rappresentanti delle amministrazioni competenti : Comune di Montebello Jonico, Comune di Motta San Giovanni, Autorità di Bacino Regionale, Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, Genio Civile Opere Marittime, Agenzia del Demanio, Sovrintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Reggio Calabria e la Provincia di Vibo Valentia e con  il supporto tecnico del Settore 13  Prov. di Reggio Calabria  e del progettista ing. Ezio Maria Giuseppe Tripodi.

La Conferenza di servizi decisoria deve essere necessariamente indetta dall’Amministrazione procedente quando la conclusione positiva del procedimento, per l’emanazione del provvedimento finale, è subordinata all’acquisizione di più pareri, intese, concerti, nulla osta o altri atti di assenso, comunque denominati, resi da diverse amministrazioni, inclusi i gestori di beni o servizi pubblici. Attraverso la Conferenza di servizi decisoria l’Amministrazione procedente può emettere una decisione c.d. (così detta) “pluristrutturata”, cioè una decisione che sostituisce ed ingloba in tutte le determinazioni delle differenti amministrazioni che è necessario acquisire nel procedimento.