Presentazione in Calabria del documento programmatico nazionale del PCI

Alla presenza di tanti ospiti (rappresentanti di forze politiche di sinistra, sindacali, associazioni culturali) e di tanti compagni e compagne il Segretario Regionale Lorenzo Fascì ha introdotto il dibattito spiegando quale è il senso e la forza politica e sociale del documento intitolato non a caso: “più Stato nel Mercato”

PCI 2Si è svolta venerdì 20 ottobre presso l’Hotel Lamezia una importante iniziativa: la presentazione in Calabria del documento programmatico nazionale del PCI. Alla presenza di tanti ospiti (rappresentanti di forze politiche di sinistra, sindacali, associazioni culturali) e di tanti compagni e compagne il Segretario Regionale Lorenzo Fascì ha introdotto il dibattito spiegando quale è il senso e la forza politica e sociale del documento intitolato non a caso: “più Stato nel Mercato”. Il documento contiene una analisi approfondita di quella che è la società italiana oggi, di tutti i diritti perduti, ma soprattutto contiene le idee che il PCI propone per il cambiamento della società, per la riconquista dei diritti e delle garanzie perdute. Il PCI propone una sanità pubblica, gratuita e di qualità, battaglia più che mai sentita qui al Sud ed in Calabria, dove il diritto alla salute viene spesso mortificato, da ospedali e\o reparti che chiudono, liste di attesa dai tempi biblici, tecnologie vetuste. No il PCI non ci sta e lotta per migliorare la nostra terra. Il Documento programmatico vuole essere il terreno di confronto con le forze politiche di sinistra che ritengono di costruire una alternativa alle politiche liberiste Berlusconi-Monti-Renzi che hanno ridotto i diritti consegnando il potere e le decisioni in mani di pochi a danno della stragrande maggioranza della popolazione. Si sono succediti vari interventi delle delegazioni presenti (Silvio Frascà per “possibile”; Francesco Tuscano per “Italia Unita”, Pino Scarpelli per “Rifondazione Comunista”, Angelo Broccolo per “Sinistra Italiana” ed inoltre Mimma Pacifici la quale, parlando a nome della CGIL, ha spiegato quanto una Sinistra forte può contribuire al rilancio della lotta Sindacale e dei diritti del lavoro). Già, il tema del lavoro ripreso e rilanciato da Nicola Limoncino e Saverio Valenti della Segreteria Regionale i quali hanno sottolineato che il PCI si propone di lanciare un grande piano per il lavoro e per i giovani Calabresi ed hanno ricordato anche la petizione popolare per l’abolizione dei ticket che il PCI sta portando avanti in tutta Italia. Via via sono seguiti altri importanti contributi dei dirigenti regionali del PCI. (Salvatore Borelli – Segretario del Pci Catanzarese, Ivan Russo, Alfonso Valenti, Carmelo Romano, Francesco Dascola. E poi come non richiamare l’intervento di Carmelo Santagati, che ha illustrato le idee del Pci per il rilancio di una politica dei trasporti più adeguata ai bisogni dei calabresi ed anche un modo per far diventare la mobilità un volano di sviluppo economico, culturale e sociale. Ed ancora l’intervento del Sindaco di Polistena che ha lanciato la grande manifestazione per la difesa dell’Ospedale Polistenese e per la sanità Calabrese che si terrà giorno 28 ottobre a Polistena. Tutti, vista la riuscita dell’iniziativa, hanno convenuto che il documento programmatico sarà presentato nei territori ed in tutte le Federazioni.

PCI