Palmi (Rc), il Leo Club promuove il convegno “Diabete, prevenzione e igiene orale”

Palmi (Rc), il Leo Club promuove il convegno “Diabete, prevenzione e igiene orale”. Molti esperti hanno illustrato le caratteristiche della malattia agli alunni del Liceo “Pizi” del comune reggino

20171027_Palmi (RC), il Leo Club promuove il convegno “Diabete, prevenzione e igiene orale”_01TavoloSi è svolto, lunedì 23 ottobre 2017 il service del Leo Club Palmi dal titolo “Diabete, prevenzione e igiene orale” presso il Liceo Classico  – Scientifico “N. Pizi” di Palmi (RC). Il service, organizzato e promosso nella forma di un convegno, ha visto la presenza di tre relatori: la psicologa dott.ssa Alessandra Zito, la biologa nutrizionista dott.ssa Giovanna Caparello e l’odontoiatra dott. Vincenzo Morgante. L’indirizzo di saluto è stato portato dal dottore Perelli in delegazione del sindaco di Palmi, il dott. Giuseppe Ranuccio, dopodiché ha preso la parola il dirigente scolastico, la prof.ssa Maria Domenica Mallamaci e a seguire la referente del progetto Salute per l’istituto Pizi, la prof.ssa Carmela Anna Cernuto. Gli onori di casa sono stati fatti dal Presidente del Leo Club di Palmi Simona Monteleone, che in qualità di moderatrice ha manifestato tanto entusiasmo per la riuscita dell’evento e per l’accoglienza che la scuola riserva costantemente al club in occasione di numerosi service. Gli indirizzi di saluto sono stati conclusi dal Presidente del Lions Club di Palmi, il dott. Giovanni Barone, e dal vicepresidente del Leo Club di Palmi, Domenico Randazzo, il quale ha illustrato ai presenti i dettagli il progetto e la sua importanza, il perché della prevenzione e cosa ha spinto il club a  iniziare l’anno sociale con un service di tale spessore. E’ stato infatti descritto come un progetto delicato, che deve essere portato a conoscenza partendo dai più piccoli: la prevenzione è infatti  molto importante e il diabete risulta essere l’ottava causa di mortalità al mondo. La biologa nutrizionista Caparello ha iniziato il suo intervento “Alimentazione mediterranea nella prevenzione del diabete” col dare la definizione stessa di diabete, affrontandone classificazioni e tipi (e.g., tipo 1, tipo 2),  la malattia affrontata dal bambino all’adulto, passando infine per la donna in gravidanza. Ha elencato quali possano essere i fattori di rischio del diabete, come intervenire sullo stile di vita incluse ovviamente le abitudini alimentari, ergo ha spiegato come deve essere composto un piatto sano, illustrato tramite la classica piramide alimentare. E’ stato così affrontato il tema del modello alimentare per persone diabetiche e non, i  nutrienti della dieta, il carico glicemico e infine, per concludere, le raccomandazioni nutrizionali.

Successivamente, ha preso la parola la Psicologa Alessandra Zito la quale è intervenuta descrivendo i fattori psicosociali nella gestione del paziente diabetico, ossia gli aspetti sociali della malattia diabetica, a centralità delle persone con diabete, come affrontare la malattia e come è cresciuta nel tempo. Sono stati descritti e presentati due principi di base: l’accettazione della malattia e l’importanza della cura sulla persona. Sono stati descritti, inoltre, i fenomeni di adhérence, passando tra i disturbi per l’umore, e l’empowerment, cioè la consapevolezza della malattia. Molta importanza è stata data, inoltre, al fattore ansia dei pazienti diabetici, iniziando a migliorare le funzioni delle relazioni familiari tramite opportuni colloqui motivazionali. Per quanto riguarda l’aspetto odontoiatrico, il dott. Vincenzo Morgante ha affrontato il tema della promozione della salute orale anche nei pazienti diabetici. Ha spiegato agli alunni come è formata la corona, che cos’è il parodonto, la placca batteria, fornendo nozioni di base agli studenti sulle principali caratteristiche dei denti. Il dott. Morgante ha più volte ribadito l’importanza di mantenere un corretto stile di vita per soggetti diabetici e non, ha illustrato i diversi tipi di trattamento e la prevenzione stessa della malattia. Infine, per l’intervento conclusivo, ha preso la parola il Presidente del Lions Club di Palmi, il dott. Giovanni Barone, il qual, ha sottolineato la criticità della malattia descrivendola nel suo progresso e diffusione storici. Ha spiegato che questa è una malattia alquanto frequente ma al giorno d’oggi, per fortuna, esistono cure “semplici” che possono migliorare di gran lunga la vita del paziente. Ha spiegato inoltre come in passato fosse stata considerata una “malattia del benessere” in quanto si presentava nei soggetti tendenzialmente facoltosi, i quali avevano la possibilità di comprare cibi dolci e simili. L’intervento conclusivo, a parentesi storica chiusa, ha completato il quadro illustrativo sul diabete presentato agli alunni del “Pizi” di Palmi che numerosi hanno partecipato al convegno.