Operaio precipita da 3 metri in un cantiere, Confapi Sicilia: “Subito un tavolo regionale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”

Giovane operaio  precipita dall’altezza di tre metri mentre lavorava ad una trivella in Sicilia, Confapi: “individuare prima possibile una road map congiunta con le istituzioni del territorio”

OperaioOccorre convocare con la massima urgenza un tavolo regionale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro“. Così Michele Ruffo, neopresidente della rinnovata Confapi Sicilia, Confederazione della piccola e media industria privata, commenta l’incidente sul lavoro occorso ieri ad un giovane operaio di Palermo, precipitato dall’altezza di tre metri mentre lavorava ad una trivella. ”E‘ importante – continua Ruffo – individuare prima possibile una road map congiunta con le istituzioni del territorio, politiche e amministrative, i datori, i sindacati, le associazioni di categoria e tutti gli ordini professionali siciliani, come consulenti del lavoro, ingegneri o medici. Occorre non sol dare un’accelerata all’applicazione del Jobs Act, arrivando finalmente anche ad un coordinamento siciliano degli enti ispettivi, ma soprattutto programmare delle politiche regionali che sensibilizzino tutti i soggetti del mondo del lavoro su questo tema, anche attraverso adeguati percorsi di formazione“. In questa direzione, mercoledì 18 ottobre, alle ore 10  aprirà sportello del nostro fondo nazionale Fapi (costituito con versamenti datoriali derivati da ritenute sul Modello 0,30%) che sarà destinato ad erogare finanziamenti per la formazione direttamente in azienda sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.