Messina, viabilità all’Annunziata: la proposta del comitato “Insieme per la Panoramica”

/

Messina, il Comitato “Insieme per la Panoramica” propone una soluzione per migliorare la viabilità  in zona Annunziata: sosta a gratuita negli stalli a strisce  blu e la creazione di un accesso diretto in via del Fante in prossimità della Rotonda Arena

cordolo annunziata panoramica (2)Con l’approssimarsi della ricollocazione del cordolo spartitraffico sulla parte iniziale della strada panoramica dello Stretto, in prossimità della Rotonda Arena (Annunziata, Messina), il comitato ” Insieme per la Panoramica”, presieduto da Orazio Polimeni- si legge nel comunicato- “pur non condividendo la scelta del riposizionamento del suddetto, ma malgrado dovendo accettare le decisioni delle istituzioni ( Dipartimento Viabilità ed assessore competente), ma riservandosi di far valere le proprie motivazione (No Cordolo) per il non riposizionamento dello stesso nelle sedi preposte, seguendo sempre la via del bene comune e del male minore”, propone:
comitato insieme per la panoramica1) liberalizzazione o magari creazione zona disco orario dei parcheggi siti sul viale Annunziata, nelle vicinanze della rotonda Arena, che ad oggi dalle ore 15.30 alle ore 20.30 sono soggette a tariffa ( 0,50/1,00 Euro). “Da una attenta analisi del territorio e dal futuro riposizionamento del Cordolo– spiega Polimeni- risulta infatti che i parcheggi, previsti  lato mare direzione sud/ Nord (Nord/sud vietata la sosta), sono pochissimi per soddisfare la richiesta. Polimeni rammenta che in zona vi sono numerose attività commerciali  le quali hanno il diritto di poter ricevere i clienti, che nelle ore pomeridiane sono costretti a pagare la sosta(vedi Sopra) pur solo per 10 minuti, il tempo di un semplicissimo acquisto. Pertanto Urge, al fine di non mortificare ancor di più il lavoro delle attività, liberalizzare i parcheggi nella suddetta zona”.
2) Creare nel marciapiede, che accompagna la rotonda Arena sulla destra immettendosi dalla Panoramica nel torrente Annunziata, un passaggio per i mezzi (con costi esigui e lasciando tutto cosi senza intaccare nulla), cosi da poter sfruttare  un canale più fluido di immissione dei mezzi nella via del Fante ed avere una circolazione veicolare piu’ scorrevole. “Si spera– conclude Polimeni- che in tempi celeri l’Amministrazione comunale possa analizzare ed  attuare le nostre  proposte”.