“Messina verso la fine del tunnel del riequilibrio”, parola di Enzo Cuzzola: ecco a quanto ammonta adesso la massa debitoria

In drastica riduzione la massa passiva a carico del Comune di Messina, soddisfazione dell’assessore al bilancio Cuzzola: “Se non si dovessero pagare i debiti fuori bilancio, si potrebbe anche revocare la procedura di riequilibrio”

cuzzola2La massa passiva da piano certificata con la delibera di Consiglio Comunale 69 del settembre 2016 era pari a 412 milioni di euro”. Lo comunica con una nota l’assessore al bilancio del Comune di Messina Enzo Cuzzola. ”Ad oggi, dopo gli indirizzi che abbiamo fornito ai Dipartimenti con la delibera di GM 257/2017, la massa passiva si è ridotta a 281 milioni. Di questi- spiega l’assessore- 179 milioni di euro sono stati assorbiti al bilancio con l’entrata in vigore del bilancio armonizzato (in sostanza il comune di Messina oggi avrebbe dovuto comunque stanziarli anche se non si fosse trovato in procedura di riequilibrio). Quindi- conclude- è evidente a tutti che la vera massa passiva da piano è effettivamente pari a circa 103 milioni. E pensare che c’era chi voleva il dissesto e pensare che c’è chi ancora ne parla, mentre in effetti si potrebbe anche revocare la procedura di riequilibrio, se non fosse indispensabile incamerare il fondo di rotazione per riconoscere e pagare immediatamente i debiti fuori bilancio”.