Messina, Uil-Pensionati: “Stiamo vivendo una sorta di oscurantismo amministrativo che riguarda i Servizi sociali e le politiche per gli anziani”

Consiglio territoriale della Uil-Pensionati, “Stiamo vivendo una sorta di oscurantismo amministrativo che riguarda i Servizi sociali e le politiche per gli anziani”

uil pensionatiIl Capo Peloro ha ospitato il Consiglio Territoriale della UIL Pensionati – Area dello Stretto, guidato da Giuseppe De Vardo. I lavori si sono conclusi con la relazione del segretario regionale della Uil-Pensionati, Antonino Toscano. “Le famiglie sono sempre più povere – ha detto – e non c’è alcuna speranza per il futuro. Il governo nazionale non ha tenuto conto delle nostre proposte e i risultati sono sotto gli occhi di tutti, l’Italia come crescita è penultima in Europa, peggio di noi solo la Grecia”. Ivan Tripodi, segretario provinciale della Uil, nel suo intervento ha lanciato stoccate a chi ha definito inutile il sindacato. “Di Maio è un ignorante – ha detto senza giri di parole – non si può lasciare andare a simili esternazioni sul ruolo dei sindacati. Quanto alle politiche locali stiamo vivendo una sorta di oscurantismo amministrativo che riguarda i Servizi sociali e le politiche per gli anziani. Il sindacato deve essere un pungolo in tutti i Comuni della provincia”. Giuseppe De Vardo invece ha tracciato un primo bilancio della sua gestione. “Siamo il sindacato in forte crescita perché siamo al fianco dei nostri pensionati”. Prosegue l’azione sindacale della rinnovata UIL Pensionati di Messina, finalizzata ad una massiccia presenza sul territorio per la difesa dei diritti degli anziani. Tale categoria ha permesso la crescita, il risanamento e lo sviluppo del Paese. Gli anziani, purtroppo, oggi sono spesso dimenticati e subiscono scelte scellerate da parte delle varie amministrazioni.