Messina: selezione interna all’Asp, la Uil-Fpl chiede di ampliare la selezione al personale interno

Messina: selezione interna all’Asp, la Uil-Fpl chiede di ampliare la selezione al personale interno. Calapai: “Si convochi la delegazione trattante”

medico-01Il segretario della Uil-Fpl Messina, Pippo Calapai, ha scritto al commissario dell’Asp per chiedere la convocazione della delegazione trattante in ordine alla progressione verticale mediante selezione interna. “La scrivente organizzazione sindacale accoglie con favore la decisione dell’azienda di attivare la procedura di progressione verticale per la copertura di trentasette posti di Operatore Socio Sanitario, mediante selezione interna riservata. Non è superfluo ricordare che la nostra organizzazione sindacale lo scorso luglio aveva richiesto l’avvio della suddetta procedura per tutti i posti vacanti e disponibili del comparto previsti dal piano del fabbisogno triennale e nella misura del 20% di quelli destinati all’accesso dall’esterno. In ordine all’informazione preventiva dello scorso 6 ottobre, riteniamo assolutamente necessaria la convocazione della delegazione trattante per affrontare la problematica nel suo complesso e concordare criteri e valutazioni oggettive dei titoli, al fine di garantire trasparenza e imparzialità. La Uil chiede inoltre di conoscere il numero esatto degli ausiliari specializzati e del personale O.T.A (Operatore tecnico addetto), che hanno conseguito l’attestato di OSS, al fine di definire ulteriori procedure previste dalla vigente normativa, che prevede la riserva dei posti per il personale interno nei concorsi pubblici, nonché il passaggio da OTA in Bs che va considerato passaggio economico all’interno della stessa categoria B/Bs, tutto ciò  a salvaguardia dei diritti  del personale dipendente con la qualifica di ausiliario specializzato e di OTA che si sono riqualificati con appositi corsi di formazione autorizzati dall’Assessorato Regionale alla  Salute  e gestiti direttamente dall’Asp. “Riteniamo altresì che analoga procedura – conclude Pippo Calapai –  venga attivata per tutti i posti dell’area del comparto, come richiesto con la sopracitata nota, che il piano triennale del fabbisogno del personale destina all’accesso dall’esterno, il cui prospetto è opportuno portare a conoscenza delle organizzazioni sindacali prima della riunione della delegazione trattante”.