Messina: scappa dalla comunità dove era ristretto ma viene acciuffato dai Carabinieri

Messina: l’uomo era stato sorpreso dai militari del Nucleo poiché, nella trascorsa notte, s’era allontanato, facendo perdere le tracce, dalla comunità dove era ristretto

Carabinieri foto repertorioIn mattinata, alle ore 06.00 i militari del Nucleo Radiomobile di Messina traevano in arresto, in flagranza del reato Grioli Santino, nato Messina 17.09.1997, ivi residente, in atto sottoposto al regime della detenzione domiciliare presso comunità Kennedy di Saponara (Me), responsabile del reato di evasione. L’uomo era stato sorpreso dai militari del Nucleo poiché, nella trascorsa notte, s’era allontanato, facendo perdere le tracce, dalla comunità dove era ristretto. Subito i responsabili del centro avevano dato l’allarme evidenziandone l’assenza ingiustificata. Mentre erano in atto le ricerche nella città ed in provincia, sul viale Gazzi, una gazzella riceveva comunicazione che a bordo di una Hunday, proprio su quel viale si trovava la madre dell’arrestato che lo stava riaccompagnando in comunità. La donna, infatti, dopo aver intrapreso l’azione e convinta della gravità del gesto , ripensadoci, avvisava i carabinieri attendendo che sopraggiungesse una gazzella che, così, individuava l’evaso che figurava fra gli occupanti del mezzo. Riconosciutolo immediatamente veniva condotto presso gli uffici del Nucleo Radiomobile dove, dopo le formalità di rito, veniva associato e messo a disposizione dell’A.G. (Sost. Procuratore Dott. SSA Rosanna Casabona).