Messina, ritorna il “cordolo della discordia” sulla Panoramica: ma c’è una soluzione che potrebbe accontentare tutti, ecco quale [INTERVISTE]

Il Dipartimento Mobilità e Viabilità di Messina ha deciso: il cordolo della Panoramica dovrà ritornare al suo posto per garantire la sicurezza stradale, la fluidità del traffico e scoraggiare la sosta selvaggia. Ma una soluzione  potrebbe soddisfare le esigenze di tutti, ecco qual è

cordolo panoramicaPiaccia o non piaccia il cordolo della Panoramica ritornerà dov’era. Dal Dipartimento Mobilità e Viabilità di Messina fanno sapere che la decisione è fuori discussione: il cordolo dovrà ritornare al suo posto per garantire la sicurezza stradale, la fluidità del traffico e scoraggiare la sosta selvaggia. Fra qualche giorno inizieranno i lavori di installazione del nuovo serpentone e a nulla varranno le proposte e gli appelli di consiglieri, residenti e commercianti della zona, che in questi giorni hanno intrapreso una vera e propria battaglia per lasciare libere le due carreggiate. A nulla serviranno i video registrati dai commercianti che immortalano le immagini di ambulanze a sirene spiegate imbottigliate nel traffico o le file chilometriche createsi per il passaggio di altri mezzi pesanti, perché il problema in quella strada è solo uno: la sosta selvaggia. E per scoraggiarla serviranno cordoli e dissuasori di parcheggio. Con le telecamere di StrettoWeb in questi mesi abbiamo dato voce alla protesta: abbiamo intervistato i commercianti e i residenti a quali si sono uniti Orazio Polimeni (presidente del comitato “Insieme per la Panaramica”) e i consiglieri della V Circoscrizione Marcello Cannistraci e Franco Laimo. Abbiamo visto i residenti gioire quando, per i lavori di rifacimento del manto stradale, il “cordolo della discordia” è stato temporaneamente eliminato e abbiamo visto l’amarezza nei loro volti quando hanno appreso che il serpentone sarebbe presto ritornato al suo posto. Piaccia o non piaccia il cordolo tornerà dov’era, ma questa vicenda potrebbe concludersi con una soluzione che potrebbe accontentare tutti. Sembrerebbe che dal Dipartimento Viabilità, sempre nell’ottica di scoraggiare la sosta selvaggia, siano pronti a tendere la mano ai commercianti e residenti: “l’assessore Cacciola- fa sapere Orazio Polimeni- si è dimostrato disponibile a valutare la possibilità, una volta istallato il cordolo,  di  liberalizzare alcuni dei parcheggi di viale Annunziata in prossimità della rotonda Arena, attualmente a pagamento”. Ecco i dettagli nelle interviste rilasciate ai microfoni di StrettoWeb: