Messina, quando i torrenti diventano foreste: ecco com’è ridotta la foce dell’Annunziata

Messina, la foce del torrente Annunziata ostruita da detriti  e dalla  fitta vegetazione. Orazio Polimeni sollecita l’Amministrazione

annunziata torrente

Era il 27 settembre 1998, quando  all’Annunziata la pioggia uccise i coniugi Carità e la figlia Angela.  Il torrente quello stesso giorno fece un’altra vittima, il cingalese Simone Fernando, il cui corpo non venne mai ritrovato. A distanza di 19 anni, sembra assurdo, ma le condizioni del torrente sono quelle che vedete in foto. La foce  e’ totalmente ostruita da erbacce e detriti. Il torrente è diventato una foresta. Il cittadino attivo Orazio Polimeni, presidente del comitato “Insieme per la Panoramica” chiede un intervento immediato: “qui sono  cresciuti arbusti piante, anche di alto fusto.  Sappiamo bene come tutto questo materiale  può diventare un pericoloso ostacolo nel caso di emergenza alluvionale, siamo nel periodo delle piogge. È necessario che l’ Amministrazione comunale si adoperi per  un intervento risolutivo, come peraltro e’ stato fatto in altri torrenti Messinesi“.