Messina, Cuzzola: “si sta procedendo correttamente sulla via del piano di riequilibrio”

Il  Comune di Messina sulla via del piano di “riequilibrio”, ecco le parole dell’assessore Cuzzola

cuzzola3Me lo avete sentito dire spesso parlando del bilancio 2017/18/19, ma forse è un termine troppo tecnico per i più. Cercherò allora di spiegarmi facendo un esempio sulla famiglia ( che in fondo, per noi contabili, è come un piccolo comune, essendo entrambi queste comunità definite, ragioneristicamente aziende di erogazione) per poi passare ai numeri del comune di Messina. Se una famiglia ha una entrata complessiva mensile per stipendi di euro 1500, ma ne spende mensilmente per vivere 1650 (per l’alimentazione, il fitto, la scuola, l’auto, ecc.; in pratica per quella che si dice “spesa corrente”), è chiaro che ha un disavanzo mensile della gestione corrente per euro 150, che magari colmerà nell’immediato con un prestito, ma se non aumenta gli stipendi o diminuisce la spesa, finirà in default. Se invece questa famiglia avesse una entrata complessiva mensile di euro 1850, ferma restando la spesa corrente mensile di euro 1650, avrebbe un avanzo della gestione corrente di 200 euro mensile, che potrebbe accantonare per qualche spesa straordinaria oppure per qualche investimento. Ora nel bilancio del comune di Messina per il triennio 2016/17/18 era previsto un saldo annuale negativo (valori in milioni di euro) della gestione corrente per 14568 (2016), 10148 (2017), 6401 (2018); il che, se non si fosse rimediato, avrebbe voluto dire, alla fine del triennio, ulteriore indebitamento, per complessivi euro 31.109.000. Mentre nel bilancio, approvato giovedì scorso dal Consiglio, è previsto un saldo annuale positivo della gestione corrente (sempre valori in milioni di euro) per     2057 (2017), 1165 (2018), 1165 (2019), che non produrrà ulteriore indebitamento. Ecco perché si definisce “equilibrio strutturale” ed è uno degli elementi che dimostrano come si stia procedendo correttamente sulla via del piano di “riequilibrio”“- così scrive in una nota l’Assessore al Bilancio del Comune di Messina, Enzo Cuzzola.