Messina: al Teatro Annibale in scena “Biancaneve e la terribile strega”

biancaneve e la strega

Al Teatro Annibale di Messina in scena “Biancaneve e la terribile strega”

biancaneve e la stregaTinte blues, ma non solo; mash up stravaganti; coreografie cinematografiche. E un copione che prende a piene mani dalle fonti popolari, passando per la favola dei fratelli Grimm e strizzando l’occhio a Disney. Ancora una volta non il solito musical per “La Compagnia dei Balocchi” di Sasà Neri. “Biancaneve e la terribile strega” debutta nella “Stagione della Luna” venerdì 20 ottobre al Teatro Annibale di Messina in doppia matinèe per le scuole (ore 9:15 e ore 11:15), in pomeridiana (ore 17:30) e in serale (ore 21), E, come sempre rigorosamente dal vivo, in scena il cast di performer è guidato dalla live band di Giulio Decembrini, al piano e alla direzione musicale, con Andrea Trovato alla batteria, Riccardo Ingegneri a basso e chitarra, e Simone Siclari, che in scena è il cacciatore, alla chitarra. In questa storia di bene contro male, amore contro potere, bosco contro castello le voci in guerra sono quelle di Chiara Caravella (Biancaneve, anche vocal coach) e Nancy Catalano (la mamma-matrigna e assistente di regia). Attorno a loro, insieme con il cacciatore Simone Siclari, i sette nani più uno Davide Caputo (Cucciolo), Giuseppe Caudo (Brontolo), Giorgio Galipò (Mammolo), Damiano Gatto (Pisolo), Francesco Gerbino (Dotto), con Riccardo Ingegneri (Gongolo) e Andrea Trovato (Eolo) e lo stesso Giulio Decembrini (con l’improbabile nome di scena “Calmalo”), il gufo Marina Cacciola, il corvo Chiara Frisone e la colomba Giulia Ardizzone,  l’eco del pozzo interpretato da Marea Mammano e Gaia Scorza, il trio di streghe,  Alessandra Borgosano (strega della stringa e assistente alla regia), Alice Ingegneri (strega del pettinino) e Cristina Dainotti (strega della mela, anche make up artist), il padre e l’innamorato di Biancaneve, Giuseppe Scopelliti, re Karl, e Emanuel Raffa, principe Floriant, lo specchio magico Giandomenico Arnao, le ninfe Claudia Aragona, Giulia Collorà, Laura Motta, Maria Serena Salvatore, Mireja Trovato, i corvi Rodolfo Barraci, Arianna Cama, Laura Fiorello, gli scoiattoli Alessia Bombaci, Santi Lembo, Gianfranco Rodi, Irene Sangari, gli uccellini Carola Colajanni, Silvia La Face, Valentina Perrone (anche autrice dei bozzetti), gli avvoltoi Giorgia Costanzo, Giuseppe Lo Presti, Erika Siclari, i cervi Alessia D’Angelo, Maddalena Mannino, l’alberello Emilia Cacciola e il lupo Emanuela Ungaro. Special guest la tartaruga Luciano Accordi, anche direttore di palcoscenico.

Dietro le quinte, al fianco di Sasà Neri alla regia ci sono Giada Masoni per il canto blues, Claudia Bertuccelli per le coreografie, Elsa La Spada alle scenografie, Titti Galasso e Mimma Matina ai costumi, Giulia Alesci agli oggetti di scena, Danilo Auditore al service audio-luci, Simone Lo Presti alla fonica e Giusy Ruggeri amministratrice di compagnia. I Balocchi  torneranno in scena il 15 dicembre 2017 con “Hercules e il Re degli Inferi” e il 20 aprile 2018 con “Tarzan e il cacciatore spietato”.