Messina, abolizione pedaggio Villafranca: raggiunte 9380 firme

9380 firme raccolte per l’abolizione del pedaggio a Ponte Gallo, soddisfazione del consigliere Biancuzzo: “I cittadini di Messina condividono l’interesse a questa causa e reclamano il diritto di non sborsare più 1 euro e 20 centesimi per compiere circa 6 km di strada”

mario biancuzzo messinaSalgono a quota 9380 le firme raccolte per  chiedere l’eliminazione del pedaggio imposto al casello ubicato a Ponte Gallo nel territorio di Messina. La raccolta è iniziata il 25 marzo a Piazza Cairoli e si è conclusa il 24 Settembre 2017.  “Mi preme ringraziare tutti gli amici che hanno voluto collaborare uniti dall’impegno prescindendo dall’appartenenza politica– dichiara il consigliere della VI Circoscrizione Mario BiancuzzoI cittadini Messinesi condividono l’interesse a questa causa e reclamano il diritto di non sborsare più 1€e20 centesimi per compiere circa 6 km“. Il tratto in questione- spiega Biancuzzo- pur essendo tangenziale  è uno dei tratti più costosi  d’Italia. Inoltre  le barriere ubicate a Ponte Gallo stesso territorio di Messina  non consentono l’entrata direzione Palermo, trattandosi di una bretella  che consente la sola uscita dalla sede autostradale per i mezzi provenienti da Messina e l’ingresso in tangenziale solo direzione Messina. Pertanto non è un casello ma  una semplicissima bretella eseguita nel 1972 per soddisfare le esigenze di tutti i cittadini residenti e pendolari Messinesi. Per tale motivo– conclude il consigliere- si ritiene  illegittimo pagare una strada che collega lo stesso territorio. Pertanto la documentazione in fotocopia e fascicolata viene consegnata ai destinatari istituzionalmente incaricati per gli adempimenti di loro competenza”.