Maxi controlli a Taurianova (Rc): un arresto

Un arresto, tre denunce, 170 mezzi controllati, 200 persone e 3 esercizi commerciali controllati. È questo il bilancio dei servizi straordinari di controllo del territorio taurianovese

foto (71)Un arresto, tre denunce, 170 mezzi controllati, 200 persone e 3 esercizi commerciali controllati. È questo il bilancio dei servizi straordinari di controllo del territorio taurianovese e di alcuni comuni dell’hinterland, effettuati negli ultimi giorni, effettuato dai Carabinieri della Compagnia di Taurianova al comando del Tenente Catizone. In particolare, nel corso dei servizi i militari dell’Arma, appartenenti a più comandi Stazione hanno effettuato numerosi controlli mirati a persone, veicoli e locali pubblici, procedendo nei confronti di quattro persone. Militari del nucleo radiomobile di Taurianova, hanno deferito in stato di libertà Valanzise Michele cl. 92 di Cinquefrondi e Delfino Gianluca cl. 88 di Terranova Sappo Minulio, entrambi per il reato di porto di armi e oggetti atti ad offendere. Il primo, fermato a Cinquefrondi, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico lungo 18 cm, mentre il secondo, fermato a Taurianova a bordo della propria autovettura, è stato trovato in possesso, , di un pugnale in acciaio di 27 cm e anche di una ascia in acciaio con lama di 9 cm, che nascondeva in uno zaino senza giustificato motivo. I militari della Stazione di Cinquefrondi hanno denunciato per furto aggravato in concorso una donna rumena AXIANTE Ramona Florentina cl. 98, che con in braccio il figlio di pochi mesi, aiutata da un altro soggetto in corso di compiuta identificazione, ha rubato generi alimentari per un valore di 50 euro all’interno del supermercato Coop, nel centro commerciale Peguy di Cinquefrondi. Infine gli stessi militari di Cinquefrondi hanno arrestato FORIGLIO Fortunato cl. 58, di Cinquefrondi, in esecuzione di ordine di detenzione domiciliare per l’espiazione di una pena residua di oltre 1 anno, per estorsione e altri reati. L’uomo è stato accompagnato presso la propria abitazione dove dovrà espiare la pena residua.