Mafia: siglato protocollo d’intesa tra la DNAA e la DIA in materia di antiriciclaggio

Un ulteriore salto di qualità dell’efficacia del sistema di prevenzione e contrasto al riciclaggio

dia-3Consolidare e garantire un ulteriore salto di qualità dell’efficacia del sistema di prevenzione e contrasto al riciclaggio.

È questo l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato ieri tra il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, dott. Franco Roberti, e il Direttore della Direzione Investigativa Antimafia, Generale di Brigata dei Carabinieri Giuseppe Governale.

Con il citato documento, infatti, da un lato si assicura uno scambio di informazioni più tempestivo e puntuale, favorendo il coordinamento investigativo e il potere d’impulso proprio del P.N.A.A., dall’altro si favorisce la concentrazione delle risorse investigative della D.I.A. verso contesti attinenti alla criminalità organizzata.

L’iniziativa, che consegue dalle previsioni del Protocollo stipulato in data 5 ottobre 2017 tra la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, l’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia, la Guardia di Finanza e il Dipartimento della Pubblica Sicurezza secondo cui “gli aspetti di dettaglio volti a disciplinare le modalità tecnico-operative di attuazione della presente intesa [dovranno essere] disciplinati in appositi protocolli bilaterali”, integra e completa i contenuti di un accordo vigente, rinsaldando la collaborazione tra i due Organismi nella lotta alle mafie.

Ciò attraverso una cooperazione già sperimentata nel tempo, anche tramite la previsione di un apposito Gruppo di Lavoro costituito da investigatori della D.I.A. stabile presso la D.N.A., e l’attuazione di un dispositivo di prevenzione antiriciclaggio, affinato nel rispetto del ruolo attribuito alla Direzione Investigativa Antimafia nel contrasto alla criminalità organizzata.