Incendi a Messina: encomio solenne ai Vigili del Fuoco

Il Consiglio Comunale approva all’unanimità il conferimento dell’encomio solenne ai Vigili del Fuoco, in segno di riconoscimento per il prezioso lavoro svolto durante gli incendi estivi che hanno duramente colpito il territorio del Comune di Messina

vigili-del-fuoco-in-azione-300x2001Ieri pomeriggio, il Consiglio Comunale, su proposta del consigliere comunale Libero Gioveni ha votato all’unanimità il conferimento di un encomio solenne al Corpo Provinciale dei Vigili del Fuoco di Messina, come “segno di riconoscimento del prezioso lavoro svolto a tutela della popolazione messinese e di profonda gratitudine per l’abnegazione e lo spirito di sacrificio messi in campo soprattutto negli ultimi devastanti incendi che hanno duramente colpito il territorio del Comune di Messina”. “Non posso che esprimere grande soddisfazione e vivo compiacimento – dichiara Gioveni – per il voto dell’Aula di ieri, ringraziando tutti i colleghi presenti per il grande senso di gratitudine manifestato verso quelli che noi tutti definiamo da sempre ormai i nostri “angeli custodi”, che pur lavorando con grandi difficoltà per le note carenze d’organico del Corpo, hanno dato dimostrazione la scorsa estate delle loro capacità e della loro generosità e spirito di servizio, non risparmiandosi nelle difficili operazioni di spegnimento degli incendi che hanno devastato, lambendo anche le abitazioni, le zone dell’Annunziata alta, San Jachiddu, Spartà, Piano Torre, Camaro, Bordonaro, San Michele, contrada Catanese ecc. L’encomio solenne – ha proposto il consigliere – sarà conferito prossimamente dal sindaco Accorinti in aula consiliare, alla presenza di tutto il Consiglio Comunale. Rimane adesso l’impegno dell’Aula – conclude Gioveni – di votare un prossimo atto che possa impegnare il Governo a rafforzare numericamente il Corpo, individuando anche un presidio nella zona nord, affinché il riconoscimento votato ieri non rimanga fine a se stesso, ma rappresenti un primo e concreto segno di vicinanza delle istituzioni locali nei confronti di questi autentici “eroi” che lavorano quotidianamente per la nostra sicurezza”.