Ferrovie della Calabria decide di non transitare più da Sant’Eufemia, Sinopoli e San Procopio: il disappunto di Fdi

Ferrovie della Calabria decide di non transitare più da Sant’Eufemia, Sinopoli e San Procopio, il disappunto di Fdi: “perplessità su una decisione che oltrepassa il limite della legalità”

autobus-elba-dsc_4413“In seguito alla comunicazione dell’azienda “Ferrovie della Calabria S.r.l”, vogliamo esprimere il nostro disappunto e le nostre perplessità su una decisione che oltrepassa il limite della legalità. L’escludere dai vari percorsi delle tratte di autolinee regionali 421 – 427 e 428, i comuni di Sant’Eufemia d’Aspromonte, Sinopoli e San Procopio, non solo crea moltissimi disagi ai vari cittadini, ma crea un danno enorme per un intero territorio che lotta ogni giorno per la sopravvivenza. Certamente le motivazioni che hanno spinto l’azienda a questa drastica decisione possono e devono essere oggetto di discussione. Non si può fare di tutta l’erba un fascio, e le colpe di pochi non possono, e non devono, colpire un’intera popolazione e un intero territorio. Invitiamo l’azienda ” Ferrovie della Calabria S.r.l.” a rivedere questa decisione, che ribadiamo, ha oltrepassato il limite della LEGALITÀ. Saremo pronti a dare battaglia in qualsiasi modo e sede affinché tutto possa essere risolto per il bene di tutti i cittadini e di tutto il territorio che necessita non solo il ripristino dei collegamenti appena cancellati, ma ha bisogno di un trasporto pubblico più evoluto affinché ci possa essere uno sviluppo per il futuro“. E’ quanto scrive in una nota Antonino Comi, responsabile Fratelli d’Italia comuni Sant’Eufemia d’Aspromonte – Sinopoli – San Procopio.