Edilizia scolastica Messina, Cisl: “fondi disponibili, opportunità da non perdere”

Messina, la Cisl e le Federazione della scuola e degli edili fanno il punto sui fondi per l’edilizia scolastica: “Ci sono somme ingenti a disposizione, un’occasione da non perdere per il territorio”

scuola banchiLa metà degli istituti scolastici mostra criticità strutturali e necessita di opere di manutenzione totale o parziale. Solo il 25% degli edifici è stato costruito con criteri antisismici. Sono i due dati simbolo sull’edilizia scolastica emersi nel corso dell’incontro operativo che la segreteria provinciale della Cisl di Messina ha tenuto insieme alle Federazioni della Scuola (Cisl Scuola) e degli Edili (Filca Cisl). Alla luce di una situazione sempre più difficile e diffusa, i dirigenti sindacali lanciano un appello al Sindaco della Città Metropolitana e agli Amministratori dei Comuni della provincia di Messina affinché «non venga sprecato nemmeno un euro delle risorse stanziate per l’edilizia scolastica in Sicilia».
Fatto il punto, nel corso dell’incontro, su quelli che potrebbero essere i fondi disponibili, a cominciare dai 25 milioni di euro di contributi, attraverso la Regione Siciliana, per l’esecuzione di indagini diagnostiche, messa in sicurezza e riqualificazione degli Istituti scolastici statali, la cui scadenza è stata prorogata al 30 novembre 2017, con adempimenti preliminari entro il 24 novembre 2017. Quindi ci sono ben 115 milioni di euro del Bando Pon per la presentazione di proposte progettuali per l’adeguamento e miglioramento sismico delle scuole, interventi volti all’ottenimento dell’agibilità, bonifica dell’amianto e di altri agenti nocivi, accessibilità e superamento delle barriere architettoniche, efficientamento energetico. Fino al 20 novembre i responsabili degli Enti Locali dovranno accreditarsi per la presentazione delle candidature sul sito del ufficiale del Miur Area Fondi Strutturali.
Infine, altra possibilità, sono i 12 milioni di euro per la realizzazione di “Scuole innovative – Poli per l’infanzia 0-6 anni”. La manifestazione d’interesse dovrà essere presentata dagli Enti Locali all’Assessorato Regionale all’Istruzione e Formazione Professionale, entro e non oltre le ore 12 del 13 novembre 2017.
«Sono solo alcuni esempi delle ingenti risorse che saranno a disposizione nella nostra regione e quindi nella nostra provincia – sottolineano il segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese e i segretari provinciali di Cisl Scuola, Carmelo Cardillo, e Filca Cisl, Giuseppe Famiano – una grande opportunità per il miglioramento delle scuole, per la sicurezza di chi le frequenta ovvero studenti, lavoratrici e lavoratori e per rimettere in moto l’economia locale soprattutto in un settore come quello dell’edilizia che ha subìto in questi anni gravissime perdite occupazionali.
È un’occasione che il nostro territorio non può sprecare e ciascuno deve fare la propria parte, superando la farraginosità burocratica che affossa lo sviluppo dell’economia e delle imprese rallentando tutta la macchina pubblica».
La Cisl, insieme alla Cisl Scuola e alla Filca Cisl, invita quindi gli Amministratori della Città Metropolitana e dei Comuni a vigilare affinché si predispongano le procedure per la partecipazione agli Avvisi, supportando gli Uffici Tecnici comunali e della Città Metropolitana che devono aver assegnate adeguate e sufficienti risorse umane e finanziarie.