Centri vaccinali Asp Messina, Uil-Fpl: “Dipendenti minacciati e insultati”

Uil-Fpl: “Se non si metterà il personale nelle migliori condizioni possibili per eseguire il proprio lavoro, sarà proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori in servizio ai Centri vaccinali Asp di Messina”

vaccino-1La Uil-Fpl di Messina, attraverso una nota a firma di Pippo Calapai, segretario generale, e di Giovanna Bicchieri, Responsabile sanità, indirizzata all’Ispettorato del Lavoro e all’Asp di Messina, denuncia le condizioni di lavoro dei dipendenti, sottoposti a insulti e minacce da parte degli utenti. “La scrivente organizzazione sindacale – si legge nelle nota – ha più volte denunciato la gravissima situazione in cui versano ormai da svariati mesi i lavoratori dei Centri Vaccinali del Dipartimento di Igiene Pubblica dell’Asp di Messina. Infatti, l’esiguo numero degli operatori addetti, nonché il sottodimensionamento dei locali che spesso sono, a nostro giudizio, insufficienti ed inadeguati rispetto all’utenza quotidianamente ricevuta, l’organizzazione dei vari Punti Vaccinali, che da quanto si evince sui giornali, non è stata in grado di offrire servizi efficaci ed efficienti, la reiterata assenza del personale con la qualifica di Vigilantes, hanno determinato e continuano a determinare, una condizione lavorativa insostenibile, poiché da mesi tutto il personale impegnato nelle vaccinazioni è sottoposto ad ingiurie protervie e minacce di vario tipo”. Calapai e Bicchieri concludono la nota annunciando la proclamazione dello stato di agitazione se non si interverrà con urgenza per risolvere le problematiche già denunciate. “E’ impensabile che a tutt’oggi, alcun provvedimento sia stato assunto. Intervento finalizzato soprattutto a mettere in sicurezza il personale dei predetti Punti Vaccinali, nonché a risolvere in maniera definitiva le problematiche di natura gestionale del Predetto Dipartimento. E tutto ciò, senza considerare il fatto che tra pochissimi giorni si avvieranno i lavori della campagna vaccinale per l’influenza, con il medesimo numero di operatori, che sono già ridotti al lumicino e che a fronte, di una assoluta carenza di risorse umane con il Profilo di Collaboratore Professionale Sanitario Infermiere, in maniera inspiegabile il Direttore del Dipartimento abbia deciso di aprire un nuovo Centro Vaccinale presso il LIP di Messina. Pertanto, per tutto ciò sopra esposto, si diffidano l’Ispettorato del Lavoro e l’Asp ad intervenire con urgenza in merito alle problematiche evidenziate, poiché diversamente la Uil-Fpl sarà costretta a Proclamare lo Stato di Agitazione del Personale Infermieristico del suindicato Dipartimento, presso il Prefetto della Città di Messina”.