Cannolo siciliano mafiacake: evento sulla legalità promosso da Confcommercio Messina

Mille cannoli per la legalità: evento promosso da Confcommercio Messina per rispondere alla ”diffamante campagna di stampa che accomuna il cannolo siciliano alla mafia: nelle scorse settimane la tv di Stato norvegese ha definito il dolce siciliano mafiacake”

cannolo3Mille cannoli per la legalità: è l’evento promosso da Confcommercio Messina con la collaborazione della Fai e del Comune di Messina a Piazza Cairoli per rispondere alla ”diffamante campagna di stampa che accomuna il cannolo siciliano alla mafia: nelle scorse settimane la tv di Stato norvegese ha definito il dolce siciliano mafiacake”. Il presidente provinciale di Confcommercio, Carmelo Picciotto, e il coordinatore della Fipe hanno offerto cannoli ai messinesi, avviando una raccolta fondi in favore della Federazione antiracket di Messina, rappresentata da Clelia Fiore e Sergio Sidoti. Presenti, fra gli altri, Ivo Blandina, presidente della Camera di Commercio di Messina, i componenti della Giunta e del Consiglio della Confcommercio. “Il cannolo – ha detto Picciotto – e’ una prelibatezza della nostra pasticceria che non merita di essere catalogato come dolce della mafia”. Lino Santoro, coordinatore della Fip di Messina ha aggiunto: “I mille cannoli offerti dai nostri pasticceri rappresentano il vero riscatto dei messinesi”.