Arriva a Catanzaro il progetto educativo itinerante contro il cyberbullismo

cyberbullisimo

Arriva a Catanzaro il progetto educativo itinerante contro il cyberbullismo

cyberbullismoFa tappa oggi a Catanzaro la campagna teatrale di sensibilizzazione sul delicato tema del cyberbullismo che vede Polizia di Stato scendere in campo insieme a Unieuro, con l’obiettivo di sensibilizzare adolescenti, ragazzi e famiglie sui rischi che possono derivare da un uso distorto di Internet. L’iniziativa vuole fornire ai giovani internauti consigli utili per un uso consapevole e responsabile della tecnologia, dagli smartphone, ai pc, ai tablet, per far comprendere le conseguenze che questo fenomeno può generare nella vita di un ragazzo e vuole anche offrire gli strumenti per prevenire episodi di cyberbullismo, attraverso un’opera di responsabilizzazione. La campagna prevede la proiezione nei teatri del docufilm #cuoriconnessi nel quale, attraverso le testimonianze di persone direttamente toccate da azioni di cyberbullismo, si cerca di offrire uno spunto di riflessione sul peso delle parole, sul loro valore e sulla loro potenza, e sulle responsabilità di chi le usa in modo offensivo. Al Teatro Politeama di Catanzaro – situato in via Giovanni Jannoni 1 – saranno presenti circa 900 studenti dei principali istituti scolastici locali ai quali l’autore del docufilm, Luca Pagliari, farà capire l’importanza delle parole in tutte le sue sfumature attraverso filmati e testimonianze dirette. “Siamo molto orgogliosi del fatto che questa importante campagna informativa – dichiara Alessandro Arabia, Direttore del punto vendita Unieuro di Lamezia Terme – faccia tappa nel nostro territorio” “Grazie ai nostri negozi la tecnologia oggi è a portata di tutti” – aggiunge Gennaro Pasquale, Affiliato Unieuro di Catanzaro Lido – “ma è importante spiegare ai ragazzi che va utilizzata in modo consapevole. Siamo felici, come genitori e come imprenditori, di poter collaborare al progetto #cuoriconnessi che sensibilizza i ragazzi a utilizzare device come PC, smartphone e tablet in modo positivo.”