Allerta Meteo, inizia la “Tempesta Mediterranea”: in arrivo venti da Uragano, allarme tornado in Calabria e Sicilia

Allerta Meteo, forte maltempo in arrivo al Centro/Sud: 48 ore di tempesta tra Lunedì e Martedì, alto rischio di tornado e grandinate

tornado-warning-allerta-meteo-3-747x420Allerta Meteo- Sta iniziando in queste ore l’ondata di maltempo che colpisce l’Italia, ma come ampiamente previsto nei giorni scorsi, è una Domenica di bel tempo al Centro/Sud con temperature ancora molto miti. Alle ore 11:00, infatti, i termometri misuravano ben +25°C a Palermo e Siracusa, +24°C a Catania e Agrigento, +23°C a Pescara, Bari e Foggia, +22°C a Reggio Calabria, Cosenza, Crotone, Ischia, Sorrento e Termoli, +21°C a Roma, Firenze, Matera, Ancona, Senigallia, Brindisi e Rimini. Le prime piogge, invece, stanno colpendo l’alta Toscana (26mm a San Marcello Pistoiese, 15mm a Viareggio), la Liguria orientale e le zone alpine e prealpine tra Lombardia e Veneto, ma senza fenomeni significativi (9mm a Riva del Garda, 7mm a Bergamo e Pordenone, 4mm a Bassano del Grappa, Monza e Udine). Niente pioggia, proprio come temevamo, sul Nord/Ovest e nel Piemonte afflitto dalla piaga dello smog, ma poche precipitazioni anche in Lombardia, Emilia e Veneto. Al Nord il maltempo sarà intenso soltanto per qualche ora nelle Regioni Adriatiche, in serata: dapprima sul Friuli Venezia Giulia, con forti piogge già dal pomeriggio (la partita nel nuovo stadio Friuli tra Udinese e Juventus in programma alle ore 18:00 si giocherà sotto un autentico nubifragio), poi sulla Romagna, con violenti temporali notturni lungo la costa romagnola, dove potremo avere i primi fenomeni estremi con trombe d’aria sul litorale. Nel pomeriggio avremo qualche pioggia anche sulle Regioni centrali tirreniche, con forti venti di maestrale e mareggiate lungo la costa. Anche qui, sul litorale laziale, potrebbe formarsi qualche tromba d’aria. Proprio i fenomeni estremi caratterizzeranno quest’ondata di maltempo nei prossimi giorni al Sud. Viceversa, già da domani tornerà a splendere il sole su tutto il Nord e sulle Regioni centrali tirreniche, mentre la “Tempesta Mediterranea” scatenerà tutta la propria violenza sulle Regioni Adriatiche e al Sud, dove i contrasti termici tra il caldo che ancora oggi persiste al suolo, e il freddo in arrivo accompagnato da impetuosi venti settentrionali, faranno “esplodere” numerosi temporali estremamente cattivi. Le Regioni più colpite saranno Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia: tra domani, Lunedì 23 Ottobre, e dopodomani, Martedì 24, si verificheranno i fenomeni più estremi.

Il meridione sarà investito da venti forti come quelli di un uragano, superiori ai 100km/h, che soffieranno impetuosi e freddi da Nord/Ovest in un primo momento, poi ruoteranno da Nord/Est. Le temperature crolleranno fino a 10°C in meno rispetto a quelle di questi giorni, sembrerà all’improvviso di piombare in inverno, e le piogge saranno accompagnate da grandinate che imbiancheranno i suoli fin sulle coste, soprattutto tra Molise, Puglia e Basilicata. I temporali più forti, invece, si verificheranno nel basso Tirreno, tra Calabria e Sicilia. In tutte queste aree si potranno verificare grossi tornado, in modo particolare nelle zone costiere, intorno alle isole Eolie ma anche nel Golfo di Taranto, nel basso Adriatico e nel mar Jonio, per l’irruzione improvvisa d’aria così fredda su un mar Mediterraneo ancora estremamente caldo dopo il lungo colpo di coda estivo che ha caratterizzato praticamente tutto il mese di Ottobre. Attenzione anche alla grossa grandine, che si alimenterà all’interno delle celle temporalesche dai moti ascensionali e discensionali determinati dai contrasti termici. A tal proposito, basti osservare quanto accaduto ieri nel Canale di Sicilia e in Libia, con un grosso tornado sul litorale di TripoliLe condizioni del tempo inizieranno lentamente a migliorare anche al Sud a partire da Mercoledì 25 Ottobre, quando comunque farà ancora freddo con venti tesi e le ultime piogge residue. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale  in vista del forte maltempo in arrivo: