A Reggio Calabria la celebrazione del bicentenario della nascita di Bahá’u’lláh

A Reggio Calabria la celebrazione del bicentenario della nascita di Bahá’u’lláh

Reggio Calabria bicentenario della nascita di Bahá'u'lláh 20 ottobre 2017La fede Bahá’í, nata in Iran nel 1800, conta 8 milioni di fedeli presenti in almeno 236 Paesi ed è oggi la religione geograficamente più diffusa al mondo dopo il Cristianesimo.  Comunità di fedeli vivono anche in Italia ed in Calabria dove, come negli altri paesi del mondo e con il sentito apprezzamento di leader internazionali, sono previste numerose iniziative per celebrare il bicentenario della nascita, avvenuta appunto in Persia nel 1817, di Bahá’u’lláh, fondatore della fede Bahá’í. Egli fu una persona straordinaria, capace di sfidare l’ambiente fortemente ostile in cui visse per diffondere un messaggio nuovo e coraggioso di Pace, Unità e dialogo fra gli uomini e le religioni. Una missione che portò avanti nonostante l’esilio e la prigionia. Contestualmente all’iniziativa promossa a Roma, a Montecitorio, dall’Assemblea Spirituale Nazionale dei Bahá’í d’Italia, la sala della biblioteca, intitolata alla memoria della poetessa Gilda Trisolini, di palazzo Corrado Alvaro a Reggio Calabria ospiterà la manifestazione reggina per ricordare Bahá’u’lláh. Essa sarà patrocinata dal Consiglio regionale della Calabria, dalla Città Metropolitana e dal Comune di Reggio Calabria. L’incontro avrà luogo venerdì 20 ottobre con inizio alle ore 17:30. Sono previsti gli interventi del professore Pino Persico e del dottore Daniele Jannò. Modererà i lavori la dottoressa Francesca Rotiroti. In Calabria avranno luogo iniziative anche a Paola, sabato 21 ottobre alle ore 17 presso il Complesso Sant’Agostino, e a Rende, domenica 22 ottobre alle ore 16,30 presso l’Hotel San Francesco.