A Messina la presentazione dello spettacolo “Rosso d’Ottobre”

“Rosso d’Ottobre” sarà in scena alla Sala Laudamo nelle date del 3, 4 e 5 novembre 2017. Lo spettacolo che prende spunto dalla ricorrenza del centenario della Rivoluzione sovietica del 1917, evento che, comunque lo si valuti, ha cambiato i destini dell’Umanità, rivendicando il diritto di ognuno di essere libero dal bisogno e di tutti ad essere uguali

rosso ottobreLunedì 30 ottobre 2017 alle ore 10,30 presso la Sala Sinopoli del Teatro Vittorio Emanuele avrà luogo la conferenza stampa di presentazione dello spettacolo “Rosso d’Ottobre” in collaborazione tra l’Associazione “Le armi della critica” e il Teatro di Messina. “Rosso d’Ottobre” sarà in scena alla Sala Laudamo nelle date del 3, 4 e 5 novembre 2017. Lo spettacolo che prende spunto dalla ricorrenza del centenario della Rivoluzione sovietica del 1917, evento che, comunque lo si valuti, ha cambiato i destini dell’Umanità, rivendicando il diritto di ognuno di essere libero dal bisogno e di tutti ad essere uguali. Ma il gorgo della Storia impedisce di avere porti sicuri e predeterminati. L’unico modo di orientarsi tra i marosi è il pensiero critico, l’interpretazione del passato per immaginare il futuro. È questo il tentativo che con “Rosso d’Ottobre” fa l’associazione “Le armi della critica”. Lo spazio teatrale diventa, provando a emozionare e stupire, il luogo della riflessione coerente. L’eterogeneo collettivo che ha pensato, ideato, costruito e realizzato lo spettacolo si è amalgamato attraverso infinite discussioni, non per scelte preconfezionate. “Rosso d’Ottobre”, col linguaggio di chi crede ancora che la Storia non sia finita, prova a scalare il cielo. Come già avvenne nel 1917. In scena c’è un Soviet culturale, che con le sue contraddizioni e i suoi limiti mette in mostra la bellezza della sua tenacia’. È anche, un omaggio a uno splendido intellettuale messinese che ha contribuito a realizzarlo, Pompeo Oliva.