Violentissima scossa di terremoto in Messico: danni e tanta paura, almeno 32 vittime

terremoto messicoUna violenta scossa di terremoto magnitudo 8.1 (8.2 per il centro sismologico messicano) è stata registrata dall’Istituto Geofisico statunitense USGS al largo del Messico alle 06:49 ora italiana. Il sisma è stato rilevato a 69,7 km di profondità a 87 km sudovest di distanza dalla località di Pijijiapan (Messico). L’epicentro si trova sulla costa occidentale del Messico, al confine con il Guatemala. Il centro di allerta tsunami del Pacifico (PTWC) ha attivato l’allerta tsunami sulla costa occidentale di Messico, Ecuador, Nicaragua, Panama, Guatemala, Honduras, El Salvador e Costa Rica. L’allarme tsunami diffuso dall’USGS (USGS) indica la possibilità di onde altre più di tre metri. Si registrano inoltre numerose repliche: la più forte delle nuove scosse è stata di magnitudo 5,7 a dodici minuti da quella più forte e poi altre tre tra 5.4 e 5.2. L’epicentro è sempre al largo della costa del Chiapas. Sale ad almeno 32 il numero delle persone morte in Messico: 23 nello Stato di Oaxaca, sette in Chiapas, due in Tabasco. Lo hanno riferito le autorità, secondo cui si tratta di un bilancio preliminare. Nello Stato di Oaxaca, 17 vittime sono state registrate a Juchitán de Zaragoza, dove è crollata parte del palazzo municipale e molte case sono state danneggiate. Due persone sono rimaste ferite in Guatemala: lo hanno fatto sapere le autorità locali, sottolineando che almeno 24 abitazioni sono state distrutte, secondo il bilancio preliminare. I feriti sono stati registrati vicino al confine con il Messico, nel dipartimento di San Marcos. Danni, invece, nei dipartimenti di Sacatepéquez, Quetzaltenando e Huehuetenango. Gran parte di Città del Messico è rimasta senza luce in seguito al sisma. Numerose persone hanno abbandonato le case e sono scese in strada. Il presidente del Messico Enrique Pena Nieto ha reso noto via Twitter di aver “attivato il comitato nazionale di emergenza” e i “protocolli della protezione civile“. Il terremoto è stato avvertito nel Chiapas e negli stati di Puebla, Veracruz e Guerrero. In Guatemala la violenza del fenomeno è stata classificata a 7.3 della scala Richter, secondo le prime informazioni fornite dall’Instituto Nacional de Sismologia, Vulcanologia, Meteorologia e Hidrologia (Insivumeh): il terremoto è stato avvertito sia nella capitale, Città del Guatemala, sia in altre aree del paese e subito dopo la scossa si sono verificate interruzioni nelle telecomunicazioni e internet. Il governo di El Salvador ha predisposto le misure di evacuazione delle aree costiere in caso si concretizzi il rischio tsunami. Il governo del Guatemala ha invitato i cittadini a mantenere la calma con un tweet del presidente.