Viggianello al primo festival dei borghi più belli d’Italia Lacustri e Fluviali [FOTO]

Viggianello al primo festival dei borghi più belli d’Italia Lacustri e Fluviali

ViggianelloSi sono aperti i battenti nella giornata di oggi nella  cittadina di Lovere,  sul Lago di Iseo nelle Prealpi Lombardi,  la prima edizione del Festival nazionale dei Borghi più belli d’Italia Lacustri e Fluviali. L’evento, dal titolo “Chiare, fresche et dolci acque”,  apertosi a Monte Isola venerdì 8 settembre, avrà il percorso  espositivo dei Borghi attesi da tutte le regioni d’Italia  a Lovere sabato 9 e domenica 10 settembre, distribuito tra il Borgo antico ed il lungolago. Fra le iniziative in programma: mostra dedicata all’evento “The Floating Piers”, esibizione degli Sbandieratori di San Gemini, spettacolo pirotecnico sul lago, performance teatrali del Silence Teatro, conferenze, visite guidate e spettacolo di fontane danzanti con violino. Tra i comuni presenti a rappresentare la Basilicata c’è Viggianello. Il borgo lucano, annoverato tra i borghi più belli d’Italia dal 2014, è diventato Borgo dell’Acqua dal Marzo del 2017.  Nel territorio di Viggianello ha origine il fiume Mercure/Lao, il più lungo del Parco Nazionale del POllino. Le acque della sua sorgente, una delle più copiose del Sud Italia (2000 litri/sec) vengono da sempre utilizzate per diversi scopi. Dal 1927 e’ stata  costruita una delle più antiche centrali idroelettriche della Basilicata, dal 2015 viene utilizzata per l’imbottigliamento da una importante azienda nazionale e da qualche anno ormai sono nati lungo il fiume Mercure importanti attività legate agli sport fluviali utili all’incremento turistico dell’area. Il Comune di Viggianello continua la promozione fuori dai confini regionali, dopo una stagione estiva che ha visto un notevole flusso turistico proveniente non solo dalla vicina Puglia ma da buona parte d’Italia. Soddisfatto il sindaco Antonio Rizzo che afferma ” sono queste iniziative che possono far conoscere Viggianello e il Pollino ad una fetta sempre più ampia di visitatori e proietta il nostro borgo sempre più verso meta turistica per chi ama la montagna e il relax”.