Sicilia, sciopero Liberty Lines. La Compagnia replica ai Cinquestelle: “Nessun ritardo nei pagamenti degli stipendi”

Liberty Lines replica ai Cinquestelle: “lo sciopero ha interessato le Eolie e non le Isole minori della Sicilia, nessun ritardo nei pagamenti degli stipendi”

aliscafo-metromareIn risposta alle dichiarazioni rilasciate all’ARS dai deputati del Movimento 5 Stelle, Liberty Lines ribadisce che “in occasione dello sciopero indetto dal sindacato autonomo lo scorso 6 e 7 settembre, in periodo di alta stagione e della durata di 24 ore, si è prontamente attivata per assicurare ai suoi clienti servizi di trasporto adeguati in linea con quanto previsto dalla Legge 146/1990 relativa alle prestazioni garantite nei servizi pubblici essenziali, riuscendo a limitare i disagi per l’utenza”. La Società tiene a precisare, inoltre, “che tale sciopero ha interessato esclusivamente le Isole Eolie e non le Isole minori siciliane in generale, riguardando peraltro solo una parte del personale. La società smentisce inoltre ”che vi siano ritardi nei pagamenti degli stipendi: c’è un problema tecnico, peraltro in via di pronta risoluzione, esclusivamente nella visualizzazione del cedolino. Infine, è fondamentale ricordare che gli orari di lavoro sono regolari e rispecchiano gli accordi stipulati con le organizzazioni sindacali e la normativa vigente. Liberty Lines da sempre porta avanti un confronto sistematico e costruttivo con i propri dipendenti e in particolare con tutte le organizzazioni sindacali firmatarie di contratto”.