Si conclude il tour in Sicilia del Dalai Lama: Tenzin Gyasto in arrivo in Toscana

Sua Santità dopo aver partecipato alla conferenza “Educazione alla gioia” al Teatro Massimo di Palermo ha lasciato il capoluogo siciliano ed è diretto in Toscana

LaPresse/Carmelo Imbesi

LaPresse/Carmelo Imbesi

Si conclude la prima parte del tour in Italia per Tenzin Gyasto, XIV Dalai Lama e Premio Nobel per la Pace. Sua Santità dopo aver partecipato alla conferenza “Educazione alla gioia” al Teatro Massimo di Palermo ha lasciato il capoluogo siciliano ed è diretto in Toscana. Il sindaco Leoluca Oralando, ha voluto omaggiare il leader spirituale con una bottiglia di olio della pace e il pane della pace, prodotto dai giovani migranti accolti alla Missione Speranza e Carita’ del missionario laico Biagio Conte. Tra i doni anche un rosario di ametista e dell’acqua benedetta del santuario di Santa Rosalia. Presenti all’incontro di oggi a Teatro oltre al sindaco il vicedirettore di Sky Italia Andrea Scrosati e il docente dell’Universita’ di Palermo, il prorettore Fabio Mazzola. Sua Santità ha ricevuto dal sindaco Orlando la medaglia della città di Palermo gli sono state conferite altre due cittadinanze onorarie, quelle di Ventimiglia di Sicilia e di Isola delle Femmine. Prima di lasciare il teatro Tenzin Gyasto ha rivolto un ringraziamento al sindaco di Messina Renato Accorinti per l’impegno per il Tibet testimoniato dalle sue magliette che indossa da quando è sindaco della città dello Stretto. Prima che lasciasse Palermo, il sindaco Leoluca Orlando ha voluto mostrare alla guida spirituale uno splendido esemplare di Ficus religiosa, l’albero sacro dei buddhisti, coltivato nell’Ateneo palermitano e che sarà piantato nell’Orto Botonico della città come segno dell’accoglienza e del dialogo tra culture diverse.