S. Alessio risponde al richiamo di PeaceDrums: artisti in piazza per la pace e il dialogo nel Mediterraneo

Sant’Alessio_SiculoS.Alessio Siculo risponde al richiamo di PeaceDrums, concerto diffuso per la pace ed il dialogo nel Mediterraneao. Il battito del cuore di chi sbarca diventa palpito di pace attraverso il mare, al ritmo della musica e di migliaia di tamburi che si rispondono da costa a costa. “Il 23 settembre 2017 tutti insieme nel Mediterraneo facciamo vibrare un unico grande suono: l’onda della pace!” La spiaggia punto di partenza di un Dialogo. Un ritmo che porta all’essenza ancestrale della vita: le pulsazioni del cuore. PeaceDrums- spiegano gli organizzatori- vuole essere lo strumento della nostra consapevolezza che ci incita ad agire per la pace ed il dialogo nel Mediterraneo”. Da Lampedusa verso Venezia, Istanbul, Smirne, Tartus, Beirut, Gaza, Tel Aviv, Alessandria, Bengasi, Tunisi, Malta, Cipro, Gibilterra, Barcellona, Marsiglia, Genova e altre ancora. Il concerto inizierà a Lampedusa al tramonto e altri concerti sulle sponde del Mediterraneo risponderanno in streaming con impatto globale attraverso piattaforme social, live streaming, Facebook. L’idea nasce da Filippo Sciacca, esperto di marketing sostenibile. “PeaceDrums- continuano- è la realizzazione di un sogno che vede uniti attraverso la musica i popoli del Mediterraneo per costruire nuove forme di dialogo e pace, Il Crowdfunding servirà a finanziare l’evento e a favorire l’acquisto di strumenti musicali all’Istituto Omnicomprensivo Luigi Pirandello, indirizzo musicale di Lampedusa e Il Conservatorio di Damasco. Grazie alla totale sponsorizzazione di “Tensione In – Firenze” (azienda dell’imprenditore  santelessese Antonio Macrì), la partecipazione di Hotel Donna Rosa e BBanda, con il patrocinio del Comune da S.Alessio il 23 Settembre si esibiranno: Ciauda, Triska, Mimì Sterrantino e tanti altri artisti per unirsi in un unico internazionale messaggio di pace“.