Rizziconi: l’appello dell’ANPI per il 74° anniversario del 6 settembre 1943

Appello dell’ANPI ai cittadini di Rizziconi per Il  74°  anniversario  del  6  settembre 1943

utente

utente

Siano soprattutto le donne e gli uomini di Rizziconi (soprattutto quegli uomini e quelle donne che da bambini o da ragazzi vissero le ore terribili, interminabili e indimenticabili del pomeriggio e della sera del 6 settembre 1943, quando le truppe naziste indirizzarono contro l’abitato del paese, i colpi dei loro cannoni facendo strage di vittime innocenti, molte delle quali bambini e ragazzi) a partecipare e ad arricchire di testimonianze l’importante convegno organizzato dall’ANPI di Reggio Calabria, in sinergia con la Commissione Straordinaria operante presso il Comune della Piana e l’ICSAIC. Nel 74° anniversario della strage, alle ore 17.00, presso la sala del Consiglio Comunaleinizieranno i lavori del convegno mirato a presentare il volume, di recente pubblicazione, “Zone di guerra, geografie di sangue”, frutto del prezioso lavoro di storici e ricercatori che per anni hanno lavorato a ricostruire le stragi naziste e fasciste (talvolta nazifasciste) avvenute nel nostro paese negli anni terribili ’43-’45, stragi tra le quali sono state inserite, finalmente, le stragi “dimenticate” del Sud, tra le quali quelle di Rizziconi e di Castiglione di Sicilia (12 agosto 1943). Dopo i saluti, recati da uno dei componenti della Commissione Straordinaria che ha dato il patrocinio all’iniziativa dell’Associazione dei partigiani, interverranno Antonio Casile della segreteria dell’ANPI, Donatella Arcuri, ricercatrice rizziconese, Antonio Orlando, ricercatore dell’ICSAIC e Carmine Nastri del Comitato Provinciale dell’Associazione.

Verrà data lettura della scheda sulla strage, redatta da Donatella Arcuri e da Antonino Catananti Teramo (autore del libro sulla strage), inserita nell’Atlante delle stragi naziste e fasciste, che è allegato al volume che sarà presentato (e che è consultabile on-line). Alle ore 19,15, a conclusione dei lavori del Convegno e della Messa, programmata per le ore 18,30 dal Parroco della Matrice nella chiesa di San’Antonio, saranno deposti un mazzo di fiori ed una corona, da parte dell’ANPI e della Commissione Straordinaria alla base stele che ricorda l’eccidio e le 17 vittime (piazza “Caduti del 6 settembre 1943”).