Reggio Calabria, Nucera: “la nostra città prima in Italia ad attivare il servizio di assistenza per gli alunni diversamente abili”

L’Assessore Lucia Nucera coglie la sollecitazione del Garante Marziale: «Reggio prima in Italia ad attivare il servizio di assistenza per gli alunni diversamente abili»

Studente disabile (1) «L’ennesima calzante iniziativa del Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza Antonio Marziale, che nei giorni scorsi ha scritto ai Dirigenti Scolastici calabresi per conoscere lo stato dei servizi di assistenza scolastica per alunni diversamente abili, è l’occasione per ricordare che quest’anno la città di Reggio Calabria risulti tra le primissime in Italia ad aver attivato tale servizio. Grazie all’ottimo lavoro portato avanti dagli uffici del Settore Politiche Sociali del Comune e con la collaborazione dei Dirigenti Scolastici, già dal primo giorno di scuola infatti gli assistenti sono stati a disposizione dei nostri ragazzi». E’ quanto scrive in una nota l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Reggio Calabria Lucia Nucera rispondendo alla sollecitazione, diffusa a mezzo stampa, del Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza Antonio Marziale. «Con l’inizio del nuovo anno scolastico infatti – ha aggiunto Lucia Nucera – i 277 ragazzi diversamente abili che frequentano i venti istituiti scolastici cittadini, hanno potuto usufruire della presenza dell’assistente educativo e dell’assistente alla comunicazione, figure fondamentali per un corretto svilupparsi del percorso formativo dei ragazzi».

«Un risultato nient’affatto scontato – spiega ancora l’Assessore – che va incontro non solo alle esigenze degli studenti diversamente abili, ma anche a quelle delle famiglie, che in questo modo possono contare su un valido supporto nella gestione delle patologie dei ragazzi». «Con l’avvio del nuovo anno scolastico – aggiunge Nucera – un’altra importante novità ha investito il servizio di assistenza ai ragazzi diversamente abili. E’ stato infatti aumentato da 9 a 11 euro l’ora il compenso orario per gli assistenti in servizio, con un investimento complessivo, per l’amministrazione, che dai 700 mila euro dell’anno scorso, adesso supera il milione di euro. Di certo un buon risultato considerando la ristrettezza delle casse comunali. Segno che l’Amministrazione Falcomatà ha individuato l’ambito dei servizi scolastici, soprattutto quelli diretti a minori con disabilità, come una priorità assoluta cui destinare la massima attenzione. Bene fa il Garante Marziale a sollecitare gli istituti scolastici ed i Comuni in questa direzione – ha concluso Nucera – spero che anche il resto dei territori calabresi dedichino a questa tematica l’attenzione che merita».