Reggio Calabria, Niccolò: “la città si prepara a riabbracciare la Madonna della Consolazione”

festa-di-madonna-processione-33“E’ con immutata emozione che la città di Reggio si prepara a riabbracciare Maria Santissima della Consolazione nel giorno che, da cinque secoli, suggella un profondo legame di fede e devozione. Con la solennità di questo momento straordinario, la comunità – accanto all’intero Capitolo della Curia arcivescovile Metropolitana – si stringe attorno al quadro della Madonna appellata per le Cause Impossibili”. Lo dichiara in una nota il presidente del gruppo di Forza Italia alla Regione Alessandro Nicolò. “Vegliata da un fiume di fedeli in preghiera, tra canti e ceri ardenti, la Sacra Effige custodita dai Frati Cappuccini nel Santuario dell’Eremo, stamani verrà accompagnata in processione fino alla Cattedrale. E sarà ancora una volta un vibrante momento tra preghiere, devozione ed entusiasmo. Una festa di popolo dove, da sempre, l’aspetto religioso s’intreccia e si fonde con la tradizione secolare. La città è già animata dal suono dei tamburi e da momenti suggestivi che scandiranno una manifestazione che è nel cuore di tutti i reggini. La processione dell’Immagine di Maria – tra la partecipazione della gente, i portatori e il loro impeto che trascina e coinvolge – continua a rappresentare, sottolinea Alessandro Nicolò, straordinario momento di raccoglimento della nostra comunità attorno alla sua Avvocata cui sono affidate difficoltà, preghiere e speranze di un popolo in cammino”. “La nostra comunità è custode di antiche memorie. La sua riconoscenza per i ripetuti interventi salvifici della Protettrice non si affievolisce. Il passaggio del quadro con l’effige della Madonna suscita grida di gioia: “Quell’Evviva Maria”! E quella folla, quelle voci, quei canti – sottolinea – conservano sempre qualcosa di magico”. “Nell’intensità della ricorrenza, a Maria della Consolazione rivolgiamo le nostre incertezze e rimettiamo i nostri limiti con umiltà chiedendo di accompagnarci come persone e come uomini delle Istituzioni per tracciare percorsi che siano forieri di risposte per i giovani, le famiglie e le persone in difficoltà. Certi che – conclude Alessandro Nicolò – ancora una volta, tutti quanti saremo rassicurati sotto l’egida protettrice di Maria e da quello sguardo che scioglie dubbi e libera da angosce e tribolazioni”.