Reggio Calabria, lettera aperta al sindaco Falcomatà: “al Rione Marconi è l’anarchia pura. Degrado e rifiuti ovunque”

Un cittadino di Reggio Calabria ha scritto una lettera indirizzato al sindaco Falcomatà per informarlo circa la situazione di disagio e degrado del Rione Marconi

rione marconiQuartieri sempre più isolati e nel completo degrado. A Reggio Calabria sono tanti i cittadini stanchi della situazione in cui vivono. Del degrado e dell’incuria con cui sono costretti a convivere. Andrea Meduri è uno di questi. E’ un cittadino che vive al Rione Marconi e che da mesi è costretto a vivere in una situazione “invivibile”. Stanco delle condizioni di vita, ha scelto di rivolgersi proprio al sindaco scrivendo una lunga lettera di cui è possibile leggere il testo di seguito:

“Rione Marconi, così come sotto il ponte di Sant’Anna così come gli angoli dei più disparati angoli del Viale Europa. Inciviltà allo stato brado, anarchia pura e senso di ribellione verso un sistema (differenziata) non accolto, non accettato, perché il rango culturale è quello, il ceto ancora più basso. Ma nulla e dico nulla, vieta ai VERI CITTADINI, coloro che pagano le tasse, coloro che sperano nella crescita di una città con mille difficoltà, di vivere prima di tutto in SICUREZZA. Questa foto è l’emblema dell’anarchia che vige in quartieri e rioni a pochi passi dal centro storico, dove è abitato da tantissime famiglie che hanno accolto la differenziata, che la praticano senza sindacalizzare in modo alcuno nulla a riguarda, una città che cresce deve necessariamente accogliere il cambiamento MA DEVE SOPRATTUTTO ATTUARE POLITICHE DI CONTROLLO, sono pienamente d’accordo sul non rimuovere tutta l’immondizia gettata affinché chi la getta (in primis il vicinato) possa capire che reca un danno a se stesso innanzitutto, ma d’altro canto, le ISTITUZIONI NON POSSONO CONCEDERE CHE TUTTO QUESTO AVVENGA CON LA MASSIMA LIBERTÀ, giunti alla conclusione che la quantità diventa insopportabile per l’odore nauseabondo, gli stessi CRIMINALI proseguono LIBERAMENTE ad INCENDIARE quanto hanno gettato nei giorni passati convinti di risolvere il problema! Non solo sporcizia, ma VELENO! Le famiglie di questo rione sono costrette a stare con le finestre chiuse per non respirare la DIOSSINA presente! Questa si chiama ANARCHIA PURA e per chi paga le tasse e vive in modo civile, ha TUTTI I DIRITTI di vivere in SICUREZZA! Cerchiamo aiuto dalle istituzioni per contrastare la criminalità! Abbiamo bisogno di sostegno e supporto per una città che muore ogni giorno sempre di più!