Reggio Calabria, il grido disperato degli ex dipendenti della Multiservizi: “siamo in mezzo ad una strada e nessuno ci aiuta” [FOTO e INTERVISTA]

Tavolo tecnico tra il Prefetto, il sindaco di Reggio Calabria e gli ex dipendenti della Multiservizi

Foto StrettoWeb / Simone Pizzi

Foto StrettoWeb / Simone Pizzi

Sono trascorsi ben quattro anni dallo scioglimento per infiltrazione mafiosa della società Multiservizi da parte del Comune di Reggio Calabria. Quattro anni lunghi, duri e sofferti da tantissime famiglie che si sono trovate a dover affrontare tantissime difficoltà economiche. Infatti, se una parte di lavoratori è stata immediatamente integrata, tanti altri invece, nonostante i progetti sottopagati al fine di poter essere reintegrati nella nuova società, non hanno avuto la stessa fortuna. Nei giorni scorsi molti di loro hanno scelto di incatenarsi all’interno di Palazzo San Giorgio e oggi sono stati ricevuti dal Prefetto e dal Sindaco. Oggi, durante il Tavolo Tecnico, è stata stabilita la data per un prossimo incontro con la Regione Calabria. Gli ex-dipendenti disperati sono pronti a combattere per un futuro più che dignitoso.

Foto StrettoWeb / Simone Pizzi
Foto StrettoWeb / Simone Pizzi
Foto StrettoWeb / Simone Pizzi