Reggio Calabria, il consigliere Albanese sull’avvio del servizio sociale ai disabili che frequentano le scuole cittadine

scuola“Con l’inizio del nuovo anno scolastico, i 277 ragazzi disabili che frequentano i venti istituti scolastici cittadini potranno usufruire della presenza dell’assistente educativo e dell’assistente alla comunicazione”. E’ quanto dichiara il Consigliere Comunale del Pd, Rocco Albanese. “Un servizio sociale – continua Albanese – messo a punto dall’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Reggio Calabria, Lucia Nucera e dalla dirigente, Luisa Spanò che sarà di grande aiuto ai ragazzi disabili sia sotto l’aspetto psicologico che didattico poiché è destinato a offrire loro notevoli e ulteriori condizioni di recupero e di inserimento scolastico e sociale. E’ la prima volta – prosegue Albanese – che questo importante servizio di assistenza nei confronti dei ragazzi svantaggiati viene avviato contemporaneamente all’apertura del nuovo anno scolastico, una tempestività che bisogna sicuramente riconoscere al lavoro attento, lungimirante e operoso dell’Assessore alle Politiche Sociali, Lucia Nucera che si è dimostrata sensibile a fronteggiare non solo i bisogni dei ragazzi disabili ma anche le esigenze e le difficoltà da parte dei genitori nella gestione delle complicate patologie dei loro figli. Poichè il numero dei ragazzi disabili quest’anno è aumentato, l’Assessore Nucera è riuscita a portare la somma da 700.000 euro, impegnata l’anno precedente, a 925.000 euro, con l’obiettivo di garantire un’adeguata assistenza a tutti i ragazzi disabili che frequentano le scuole cittadine. Ma, l’Assessore Nucera è andata oltre. Consapevole che la somma destinata a pagare gli assistenti educativi era piuttosto bassa, ha portato la cifra da 9 a 11 euro l’ora, riconoscendo che la loro l’attività  a contatto diretto per quattro ore al giorno con un ragazzo disabile è molto impegnativa e richiede pazienza oltre che competenza e professionalità. Un altro aspetto che caratterizza il servizio e la lungimiranza dell’attività politica svolta dall’Assessore, Lucia Nucera è quello che ogni ragazzo disabile avrà accanto la stessa assistente educativa che lo ha seguito negli anni precedenti, una continuità didattica che avrà un ritorno sicuramente positivo per il ragazzo svantaggiato in quanto conosce già la persona che si prenderà cura di lui e lo accompagnerà per l’intero anno scolastico. Un servizio sociale che riveste un grande significato politico tenuto conto che le notorie condizioni in cui versano le finanze del Comune non danno niente per scontato, e tutto quello che è stato realizzato è frutto di un lavoro di squadra potato avanti con certosina attenzione e competenza da parte della dirigente Spanò. L’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Falcomatà, con la realizzazione di questo servizio, ha portato la città di Reggio Calabria a essere forse uno dei pochi Comuni d’Italia che è riuscito a garantire, per i ragazzi disabili della scuole cittadine, un servizio sociale di questa importanza e levatura e farlo partire contemporaneamente allo squillo della prima campanella che in ogni scuola segna l’avvio delle lezioni”, conclude Albanese.