Reggio Calabria: a Palazzo S. Giorgio ricevuta una delegazione dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti

Ricevuta una delegazione dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Reggio Calabria

cieco oggi si è svolto a Palazzo S. Giorgio un incontro tra la Commissione toponomastica presieduta dal prof. Cantarella e una delegazione della sezione provinciale di Reggio Calabria dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti (UICI) diretta dal presidente dott. Paolo Marcianò. L’argomento trattato è stato relativo all’intitolazione di una via o una piazza a Louis Braille, un ragazzo francese che, nei primi dell’800, ha scoperto la scrittura tattile cambiando la storia del mondo. Il dott. Marcianò dell’UICI ha illustrato con l’utilizzo di varie documentazioni la figura dell’illustre scienziato ed in particolare ha fatto vedere la diffusione in Italia e nel mondo delle iniziative già impiantate per ricordare l’opera di Braille alle generazioni di oggi. Anche Reggio Calabria merita di collocare al giusto posto le memorie di questo piccolo e straordinario studente che, già nel 1827, scopriva l’alfabeto tattile ed ha consentito a milioni di uomini di emanciparsi dall’ignoranza e dalla povertà. I Commissari e l’intera Commissione toponomastica del Comune di Reggio Calabria hanno avviato la ricerca di un’adeguata risposta alla proposta dell’UICI per collocare dignitosamente, come merita, la figura di Louis Braille tra le vie di Reggio Calabria.