Possibile caso di malaria a Messina, scatta la psicosi a Bisconte. Cacciotto, Gioveni e Carreri: “Accorinti chiarisca”

Possibile caso di malaria all’interno dell’ex caserma Bisconte, Carreri, Gioveni e Cacciotto scrivono al sindaco di Messina: “Residenti preoccupati, Accorinti verifichi  l’attendibilità della notizia”

Malaria“Lex caserma di Bisconte è ormai una baraccopoli in cui non si sa quello che succede; abbiamo denunciato nelle scorse settimane l’ennesima mega rissa che ha visto coinvolti i migranti e dove sono dovuti intervenire forze dell’ordine e ambulanze, l’arresto di un migrante trovato fuori a commettere un reato, fuori controllo dalla cooperativa che gestisce il centro migranti Bisconte e adesso siamo qui a denunciare l’ennesima paura per i cittadini”. A dirlo sono i consiglieri Carreri, Gioveni (Consiglio Comunale) e Cacciotto (Terza Circorscrizione) in una nota trasmessa al sindaco di Messina Renato Accorinti“Nei giorni scorsi- precisano i consiglieri- è iniziata a circolare su facebook la notizia che ci sarebbero stati due casi di malaria all’intero del centro migranti. Ovviamente ben si può capire la reazione soprattutto dei residenti, sconvolti e preoccupati. E’ naturale che una siffatta notizia va assolutamente accertata nella sua fondatezza non volendo gli scriventi allarmare ulteriormente i cittadini. Ciò che però non possiamo certamente più condividere – si legge nella nota- è l’atteggiamento del sig. Sindaco che sembra estraneo a qualsiasi cosa accada all’interno del centro migranti mentre al contrario dovrebbe essere il primo a dare rassicurazioni e soprattutto a valutare, come più volte rappresentato dagli scriventi, altre sedi per l’accoglienza. Nonostante il forte disagio che i residenti riscontrano, non c’è modo di avere un confronto, di capire che aver ghettizzato un intero quartiere fa male a tutti. Sia ai migranti e sia ai residenti. “Siamo al totale sbando- commentano i consiglieri- alla completa anarchia in cui a rimetterci sono i cittadini di Bisconte e dell’intera Vallata di Camaro già afflitta dalle proprie fragilità. Una politica nazionale ed europea che sta creando tra la gente solo rabbia e delusione. Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto rassicurazioni dall’Assessore Santisi di un incontro che avverrà col Prefetto per un confronto sulla questione migranti a Bisconte. Bisogna però che il Sindaco, in questo momento, anche e soprattutto nelle vesti di massima autorità sanitaria locale, verifichi l’attendibilità della notizia trapelata nei giorni scorsi”. I consiglieri chiedono al sindaco di verificare  l’attendibilità della notizia circolata sui social network ”circa la presenza di casi di malaria all’interno della ex caserma di Bisconte e di valutare, unitamente alle altre Istituzioni, la possibilità di trasferire il centro migranti in altro sito, restituendo la fruibilità della ex caserma alla città per la creazione di spazi ludici, culturali, aggregativi, sportivi considerata la carenza di strutture e/o spazi per gli stessi cittadini, considerata la fragilità del territorio di Bisconte ad ospitare la struttura e considerato che per come concepito, il centro non è certamente di accoglienza ed integrazione ma soltanto di raccolta”.