‘Ndrangheta: santini della Madonna dei Polsi davanti la casa della mamma dei boss, le precisazioni dei parroci

'NDRANGHETA:SINDACI LOCRIDE, POLSI RAPPRESENTA NOSTRA STORIA“In relazione alla notizia pubblicata da organi di stampa e social avente per oggetto e titoli “ Santini della Madonna di Polsi ad omaggiare la casa del boss” i sottoscritti parroci della città dichiarano :

1 Nessun pellegrinaggio è stato organizzato dalle nostre comunità al santuario di Polsi in occasione della festa che ivi si svolge.

2. Le carovane che partono da Rosarno lo fanno in forma strettamente privata.

3. In maniera ferma condanniamo quanti pensano di venerare, omaggiare e onorare la Madre di Dio con tali forme, compresi i caroselli di auto per le vie della città sia alla partenza come al ritorno, che nulla hanno di cristiano e che, se contengono omaggi a presunti boss, sono segno di tutt’altra fede che fa riferimento a uomini/donne ancora legati a concezioni tribali fuori da ogni contesto di Chiesa e di civiltà. Noi parroci e sacerdoti di Rosarno esprimiamo riprovazione per tali gesti e ci auguriamo che le competenti autorità stronchino queste manifestazioni che offendono prima di tutti la Vergine Maria e la comunità cristiana che venera i santi e la Madonna seguendo e osservando la legge di Dio e le indicazioni della Chiesa”. E’ quanto scrivono in una nota il Sac. Giuseppe Varrà, parroco San Giovanni Battista, Sac. Rosario Attisano, parroco Maria SS.ma Addolorata, Sac. Roberto Meduri, parroco Sant’ Antonio, Sac. Carmelo Ascone, Vicario Parrocchiale Maria SS.ma Addolorata.