‘Ndrangheta, operazione tra Reggio Calabria e Lombardia: arrestato anche un sindaco [NOME e DETTAGLI]

Tra gli arrestati nell’ambito dell’operazione tra Reggio Calabria e Lombardia, anche il sindaco di Seregno (Monza), Edoardo Mazza

edoardo mazzaÈ in corso, dalle prime ore dell’alba, nelle province di Milano, Monza e Brianza, Como, Pavia e Reggio Calabria, una vasta operazione di contrasto alla ‘Ndrangheta condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, in esecuzione di 3 provvedimenti applicativi di misure cautelari personali emessi nei confronti di 27 soggetti dal gip del Tribunale di Milano, Marco Del Vecchio, su richiesta dei magistrati Ilda Boccassini, Alessandra Dolci e Sara Ombra della locale Procura Distrettuale Antimafia, e dal gip del Tribunale di Monza, Pierangela Renda, su richiesta dei magistrati Luisa Zanetti, Salvatore Bellomo e Alessandra Rizzo della Procura della Repubblica di Monza. I destinatari delle misure cautelari (21 in carcere, 3 agli arresti domiciliari e 3 misure interdittive della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio o servizio), spiegano i carabinieri, sono ritenuti responsabili a vario titolo diassociazione di tipo mafioso, estorsione, detenzione e porto abusivo di armi, lesioni, danneggiamento (tutti aggravati dal metodo mafioso), associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, corruzione per un atto d’ufficio, abuso d’ufficio, rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio e favoreggiamento personale.  Tra gli arrestati c’è anche il sindaco di Seregno (Monza) Edoardo Mazza, di Forza Italia. Mazza, ai domiciliari, è accusato di corruzione: secondo gli inquirenti avrebbe favorito un imprenditore vicino alla ‘Ndrangheta.