‘Ndrangheta, maxi blitz tra Reggio Calabria e la Lombardia per traffico di stupefacenti e corruzione [FOTO]

L’investigazione ha consentito di identificare gli elementi di vertice della locale di Limbiate (Monza e Brianza) e di individuare un sodalizio dedito al traffico di cocaina composto da soggetti originari di San Luca (Reggio Calabria), legati a cosche di ‘ndrangheta di notevole spessore criminale

LaPresse/Ufficio Stampa Carabinieri di Milano

LaPresse/Ufficio Stampa Carabinieri di Milano

E’ scattato nelle prime ore di questa mattina, nelle province di Milano, Monza e Brianza, Como, Pavia e Reggio Calabria per contrastare la ‘ndrangheta, un’operazione condotta dai carabinieri del Comando Provinciale di Milano, in esecuzione di 3 provvedimenti applicativi di misure cautelari personali emessi nei confronti di 27 soggetti dal Gip del Tribunale di Milano, Marco Del Vecchio, su richiesta delle Dottoresse Ilda Boccassini, Alessandra Dolci e Sara Ombra della locale Procura Distrettuale Antimafia, e dal Gip del Tribunale di Monza, Pierangela Renda, su richiesta di Luisa Zanetti, Salvatore Bellomo e Alessandra Rizzo della Procura della Repubblica di Monza.

L’indagine è iniziata dagli approfondimenti avviati nel 2015 dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Milano sui noti summit di ‘ndrangheta tenutisi a Legnano (Milano) e a Paderno Dugnano (Milano), già oggetto di indagini nell’ambito dell’operazione ‘Infinito’. L’investigazione ha consentito di identificare gli elementi di vertice della locale di Limbiate (Monza e Brianza) e di individuare un sodalizio dedito al traffico di ingenti quantitativi di cocaina, con base nel comasco, composto prevalentemente da soggetti originari di San Luca (Reggio Calabria), legati a cosche di ‘ndrangheta di notevole spessore criminale.

LaPresse/Ufficio Stampa Carabinieri di Milano
LaPresse/Ufficio Stampa Carabinieri di Milano
LaPresse/Ufficio Stampa Carabinieri di Milano
LaPresse/Ufficio Stampa Carabinieri di Milano