‘Ndrangheta, arresto boss Morabito: deve scontare 30 anni di reclusione

Determinanti per l’individuazione e l’identificazione con il suo vero nome, le indagini condotte dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria

carabinieri_autoIl super latitante di ‘ndrangheta arrestato in Uruguay, Rocco Morabito, deve scontare 30 anni di reclusione per associazione mafiosa e traffico internazionale di droga. Le pene sono frutto di tre condanne in appello, confermate dalla Cassazione, subite a Milano, Palermo e Reggio Calabria. Rocco Morabito, cugino del boss Giuseppe Morabito detto “Tiradritto”, secondo l’accusa, ha gestito per conto delle cosche un imponente traffico di droga dal Sudamerica verso Sicilia, Lombardia e Calabria. Determinanti per l’individuazione e l’identificazione con il suo vero nome – in Uruguay viveva col nome “Francisco Capeletto” – sono state le indagini condotte dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria e l’ufficiale di collegamento sul posto.